SAN SEVERO – SCOMPARSO A NAPOLI IL CONCITTADINO PROF. FRANCESCO BASSO. IL RICORDO DEL SINDACO MIGLIO

1.638 visualizzazioni

foto-fbassoIl Sindaco Miglio ha voluto ricordare, con una nota di cordoglio ai familiari, il professore emerito Francesco Basso che si è spento lo scorso 16 settembre a Napoli.

“Il nostro concittadino professore Francesco Basso – spiega il sindaco –  ha svolto attività di ricerca e di docenza presso la facoltà di Agraria dell’ateneo Federico II di Napoli e dal 1976 al 1982 ha prestato docenza anche all’università di Cosenza – Facoltà di ingegneria, per la cattedra di utilizzazione agronomica e forestale del suolo. È stato preside della facoltà di Agraria dell’Università degli Studi della Basilicata”. Si è distinto, inoltre, come autore di circa 200 pubblicazioni su tematiche di Agronomia e Coltivazioni Erbacee riportate su riviste nazionali ed internazionali.

“La comunità di San Severo – aggiunge il sindaco – deve essere grata al professor Basso per aver contribuito a diffondere fra varie generazioni di studenti in Italia ed all’estero, nel mondo accademico e della ricerca scientifica, il nostro territorio. Inoltre tante volte il professor Basso è stato relatore in città mettendo a disposizione il suo sapere agli agricoltori e produttori locali. Alla famiglia porgiamo le nostre più sentite condoglianze”.

ECCO UNA SCHEDA DEL PROF. BASSO.

LA NOSTRA TESTATA GIORNALISTICA ESPRIME LE PIU’ SENTITE ONDOGLIANZE.

Il Prof. Francesco Basso il 4 marzo 1961 ha conseguito la Laurea in Scienze Agrarie presso la Facoltà di Agraria, in Portici,dell’Università degli Studi di Napoli “Federico II” con votazione 110/110. Nella stessa data è stato nominato Assistente Straordinario presso la cattedra di Agronomia generale e Coltivazioni erbacee. Nella prima sessione di esami per 1’abilitazione all’esercizio della professione di Agronomo, istituito net 1961, ha conseguito il titolo con 90/100.

Nel 1962 è risultato vincitore di una Borsa di Studio in Orticoltura;

Dal 1963 al 1965 ha collaborato con il professore Franco Angelini, Direttore dell’Istituto di Agronomia, alla stesura di alcuni capitoli del trattato di Coltivazioni Erbacee.

Nel 1965 ha superato, a pieni voti, il concorso ad Assistente Ordinario presso la Cattedra di Agronomia Generale e Coltivazioni Erbacee.

Nel 1967 è risultato vincitore di una Borsa di Studio in Statistica Metodologica per ricercatori, della durata di sei mesi, presso 1’Istituto Navale di Napoli, oggi Università Partenope.

Nel 1972 è stato nominato responsabile di un contratto di ricerca: Progetto speciale Difesa del Suolo, finanziato dal C.N.R.

Net 1973 ha studiato negli U.S.A. le metodiche più avanzate nel settore dell’erosione superficiale e profonda del suolo.

Ne11974 gli è stato conferito il premio di “Operosità Scientifica” dall’Università degli Studi di Napoli Federico II;

Nel 1975 è stato nominato responsabile scientifico dell’Unità Operativa del progetto finalizzato su Difesa del Suolo, sottoprogetto: Dinamica dei Versanti, finanziato dal C.N.R.

Dal 1975 at 1980 ha coordinato il progetto “Canapa per usi cartari” per le regioni: Campania e Molise finanziato dall’Ente nazionale Cellulosa e Carta di Roma.

Net 1976 gli è stato conferito 1’incarico d’insegnamento in : “Utilizzazione agronomica e forestale del suolo” presso la Facoltà d’ingegneria dell’Università della Calabria(CS). Tale incarico e stato tenuto fino at 1982.

Nel 1978 gli e stata conferita la nomina a Direttore delta Sezione operativa “Tecniche Colturali” presso 1’Istituto di Orticoltura di Pontecagnano (SA), nonché quella di professore Stabilizzato presso la Facoltà di INGEGNERLA dell’Università degli Studi delta Calabria (CS).

Nel 1982 è stato chiamato come professore Associato confermato di “Foraggicoltura” nella Facoltà di Agraria di Portici, dell’Universita degli Studi di Napoli Federico II, tale insegnamento e stato attivato per la prima volta in quell’anno.

Nel 1983 ha coordinato i risultati delle ricerche condotte per un decennio sulla difesa del suolo pubblicando per conto del CNR it Quaderno 129 su “Problemi agronomici per la difesa dai fenomeni erosivi”;

Dal 1986 ha ricoperto la cattedra di: “Coltivazioni Erbacee” in qualità di professore di prima fascia presso la Facoltà di Agraria dell’Università degli Studi delta Basilicata

Dal 1988 al 1998 è stato PRESIDE della Facoltà di Agraria dell’Università degli Studi della Basilicata

Dal 1990 al 1999 è stato coordinatore responsabile dell’Unità Operativa italiana nell’ambito del progetto europeo “MEDAL US” II e III, sulla Desertificazione.

Da1 1990 al 1994 è stato redattore e coordinatore del Progetto Pasta DOC con 1’industria “LA MOLISANA” di Campobasso. II progetto ha riguardato 1’intera filiera cerealicola dalla semina alla produzione di pasta su tutto il territorio molisano.

Dal 1996 al 2000 è stato coordinatore scientifico del Dottorato di Ricerca in: Produttività delle Piante Coltivate, e di quello internazionale su: Sistemi Colturali, Forestali e Scienze dell’Ambiente.

Dal 1998 al 2003 è stato Presidente dell’Associazione Italiana per la Gestione Agronomica e Conservativa del Suolo (AIGACOS).

Dal 1999 al 2004 è stato membro fondatore del Direttivo dell’European Conservation Agriculture Federation (E.C.A.F.) con sede a Bruxelles.

Nello stesso periodo è stato incaricato esterno a Medicina Veterinaria di Napoli dell’insegnamento su :Produzione e Conservazione dei Foraggi ” e responsabile italiano del progetto europeo “LIFE” sull’agricoltura conservativa.

Nel 2005 è stato nominato responsabile scientifico dell’Unita’ Operativa n°3 del Fondo Integrativo Speciale per la Ricerca(FISR) sul tema: Qualità alimentare e benessere a cui partecipa anche il Dipartimento di Scienze Zootecniche e Ispezione degli alimenti dell’Università degli Studi di Napoli Federico II. Questo progetto è ancora in atto ed il responsabile scientifico dell’U.O. con 1’autorizzazione del MIUR ha chiesto la collaborazione del Prof. Basso, fino alla chiusura del progetto the avverrà entro il 2010.

Dal 1975 è socio ordinario delta Società Italiana di Agronomia (SIA) della Società Italiana di Orticoltura (SOI) della Società Italiana di Malerbe e Lotta (SILO) della Società Italiana di Scienza del Suolo (SISS), della British Grassland Society e della ISHS

È autore di oltre 200 pubblicazioni riguardanti diversi argomenti di Agronomia generale e di Coltivazioni Erbacee pubblicate su qualificate riviste nazionali ed internazionali, nonché di diversi libri come di seguito specificato:

  1. Problemi agronomici per la difesa dai fenomeni erosivi. Quaderno 129 CNR-Roma 1983 Edito da Della Torre s. a. s. Portici pp-1-237;

  2. Difesa del suolo e tutela dell’ambiente 1995 Edito da Pitagora Bologna pp 1-486;

  3. Quindici anni di Storia delta Facoltà di Agraria dell’Università degli Studi delta Basilicata 1998. Edito da Pisani e Iannelli – POTENZA pp. 1-191;

  4. Mediterranean Desertification: A Mosaic of Processes and Responses Wiley and sons Londra 2002 Chapters 23,24 e 25 pp319-360 Edidet by A Gison, C. J. Brand and J.B Thornes;

  5. Piante Alimentari: Cereali e Proteaginose. 2007 Edito da Pitagora Bologna pp 1-346;

  6. Piante Officinali Aromatiche e Medicinali 2009 Edito da Pitagora Bologna pp 1-382 “.

Nel 2009 il prof. Francesco Basso è stato nominato “Professore Emerito” presso la facoltà degli studi della Basilicata.

Potrebbero interessarti anche...