BASKET – SERIE B – DOMENICA A SAN SEVERO ARRIVA L’AMATORI PESCARA, PARLANO DI FABIO E FORTAREZZA

2.067 visualizzazioni

img-20161010-wa0005 Si gioca domenica la terza giornata di andata del campionato nazionale di serie B. Avversario al Palasport Borsellino e Falcone della Cestistica Allianz Pazienza San Severo sarà l’Amatori Pescara, una delle migliori squadre, con la Cestistica, del girone. I neri affrontano la formazione abruzzese reduci dalla sconfitta di Ortona e devono necessariamente vincere nella riedizione della sfida delle semifinali della scorsa primavera.

“Nell’ultimo campionato abbiamo vinto noi – dice il presidente dell’Amatori l’avv. Carlo Di Fabio, da sempre nel basket, dove è molto conosciuto ed apprezzato, uno dei dirigenti abruzzesi più noti in assoluto -, ma San Severo era ed è una squadra fortissima, con una struttura a tutti i livelli formidabile ed un pubblico tra i più calorosi e competenti nella categoria ed anche oltre. Torniamo con piacere a San Severo e colgo l’occasione per salutare sin d’ora il presidente Amerigo Ciavarella, dirigente altrettanto appassionato e con grandissime capacità organizzative. Poi naturalmente toccherà al campo, e siamo convinti di dire la nostra su un parquet tradizionalmente difficilissimo, la mia squadra sta entrando in forma, nella speranza di recuperare qualche giocatore acciaccato” conclude l’avv. Carlo Di Fabio.

Gli fa eco il dirigente Mario Fortarezza, ex arbitro, sanseverese trapiantato da tanti anni a Pescara per lavoro: “Giocare a San Severo è come affrontare se stessi – ammette Fortarezza – una sfida contro una parte del tuo cuore che non ti lascerà mai. Un caro ed affettuoso saluto ai dirigenti che fanno grande la Cestistica, al presidente Amerigo Ciavarella, un signore vero ed autentico della pallacanestro, insieme a Raffaele Mazzeo e Michele Calabrese, che danno l’anima per la Cestistica da tanti anni. E poi tutti i tifosi, sempre straordinari e caldi. Ci vediamo domenica al Palasport per quella che spero possa essere una bella partita di basket” termina Mario Fortarezza.

Potrebbero interessarti anche...