SAN SEVERO – Mons. Renna: “conservo un grande affetto paterno nel mio cuore verso tutti”

1.420 visualizzazioni

Con sentimenti di gratitudine verso il Signore, che non fa mai mancare la sua amorevole cura per le creature, e verso il Santo Padre, Papa Francesco, che, quale Padre, Maestro e Pastore universale, provvede all’animazione pastorale dei cristiani sparsi nel mondo,  vengo a comunicarvi che, avendo io rassegnato le dimissioni di Vescovo Ordinario per raggiunti limiti di età come prescrive il CJC  e il Direttorio per il Ministero pastorale dei Vescovi(n.226), è stato scelto a succedermi, nel governo pastorale della nostra amata Diocesi di San Severo,

S.Ecc.za Rev.ma Mons Giovanni Checchinato

del Clero della Diocesi di Latina-Terracina-sezze-Priverno, già Rettore del Pontificio Collegio Leoniano di Anagni, Parroco.  Nato il 20 agosto 1957 a Latina, ha compiuto il cammino di formazione al sacerdozio nel Pontificio Collegio Leoniano di Anagni, dove ha conseguito il Baccellierato in Teologia. Ha proseguito gli studi di specializzazione in Teologia Morale all’Accademia Alfonsiana in Roma. Si è iscritto pure come Dottorando presso la Pontificia Università Gregoriana in Roma ed ha frequentato un corso di Perfezionamento in Bioetica presso l’Università La sapienza in Roma (1955).

E’ stato ordinato sacerdote il 4 luglio 1981, incardinandosi nella Diocesi di Latina-Terracina-Sezze-Priverno. Ha svolto diversi incarichi: 1981-1988: Vicario parrocchiale nella parrocchia di “S. Francesco d’Assisi”in Cisterna; 1983-1991: insegnante di Etica professionale alla Scuola di formazione regionale per Infermieri, insegnante di Etica Filosofica e di teologia Morale presso l’Istituto di scienze religiose Paolo VI di Latina e l’Istituto Teologico Leoniano di Anagni; 1981-1986: Assistente della Azione cattolica Ragazzi; 1988-1992: parroco della Parrocchia “San Pio X” in Borgo Isonzo di Latina; 1989-1994: Assistente dell’Azione Cattolica Settore Adulti e famiglie; 1989-2005: Direttore dell’Ufficio di Pastorale Familiare, Co-fondatore e consulente etico del Consultorio Diocesano “Crescere insieme”; 1992-2005: Arciprete Parroco di S. Cesareo, Concattedrale di Terracina; dal 2015: Parroco dei SS.Pietro e Paolo in Latina; dal 2016: Parroco di S. Rita in Latina. Dal 2005 fino ad oggi è Rettore del Pontifico Collegio Leonanino di Anagni, membro del Consiglio presbiterale, Direttore dell’Ufficio di Pastorale scolastica, Universitaria e IRC della Diocesi. ”Curriculum” veramente molto ricco, quello di S.Ecc.za Mons. Giovanni Checchinato, dal punto di vista intellettuale e pastorale, che viene messo a disposizione della nostra amata Diocesi di San Severo, attraverso il ministero episcopale.

Giorno 13  c.m. ne ho dato annuncio ai sacerdoti e, con questo comunicato, a tutte le Autorità Civili e Militari e al popolo santo di Dio.  Convinto che “ogni uomo pubblico” ha due popoli, posso dire che, nonostante tutto, conservo un grande affetto paterno nel mio cuore verso tutti, cioè verso coloro che hanno dimostrato affetto e stima nei miei confronti, collaborando attivamente nell’animazione pastorale a livello diocesano,e verso coloro che, per varie ragioni, hanno agito diversamente. Tutti, nel mio cuore di pastore e di padre. Sinceramente chiedo scusa se, non volutamente, posso aver arrecato dispiacere a qualcuno e, in alcuni casi, ho dovuto agire secondo le direttive di santa Madre Chiesa. Varie volte, infatti, ho dovuto assumermi responsabilità di casi e cose perché il dovere di Vescovo me lo imponeva.

Intanto, mentre continuerò come Amministratore Apostolico a guidare la nostra Chiesa diocesana fino all’ingresso di S. Ecc.za Rev.ma Mons. Giovanni Checchinato, in data che vi sarà tempestivamente comunicata. Intanto invito tutti a pregare ogni giorno per il Vescovo eletto, ricordandolo  come tale anche durante la Celebrazione Eucaristica.

In questo periodo, nelle nostre Chiese si stanno celebrando le “Solenni Quarantore”: quale occasione più bella, significativa e propizia per pregare per il nuovo Vescovo? La preghiera sincera penetra le nubi e raggiunge il cuore di Dio che, sicuramente, saprà accoglierle e trasformarle in dono di ispirazioni, grazia ed assistenza al Neo-eletto che, come tutti sapete, entra a far parte nel Collegio “Apostolorum successores”, per istituzione divina, mediante lo Spirito a lui conferito con la consacrazione episcopale.

Sappiatelo accogliere con quella apertura d’animo e sensibilità che vi caratterizza, consapevoli che Egli ha il compito di insegnare, santificare e guidare, in comunione gerarchica con il Santo Padre e con tutti gli altri componenti del Collegio episcopale, che succede al Collegio apostolico. Il Vescovo, e non altri, è il “principio visibile dell’unità della Chiesa particolare”(cf LG,23).

Va ricordato l’insegnamento del Concilio Ecumenico Vaticano II che, nella Costituzione dogmatica Lumen gentium” asserisce:” I vescovi per divina istituzione sono succeduti al posto degli Apostoli, quali Pastori della Chiesa, e chi li ascolta, ascolta Cristo, chi li disprezza, disprezza Cristo e Colui che ha mandato Cristo”(n.20).

A tale riguardo è utile ricordare anche l’insegnamento del Catechismo della Chiesa cattolica: “Quale maestro della fede, santificatore e guida spirituale, il Vescovo sa di poter contare su una speciale grazia divina, conferitagli dalla ordinazione episcopale. Tale grazia lo sostiene nel suo spendersi per il Regno di Dio, per la salvezza eterna degli uomini e anche nel suo impegno per costruire la storia con la forza del Vangelo, dando senso al cammino dell’uomo nel tempo”(nn.860-862).

Mentre rinnovo, a nome di tutti, gli auguri di un fecondo ministero episcopale a Mons. Giovanni Checchinato, vi invito cordialmente a non dimenticare di innalzare al Signore e alla Madonna del Soccorso, la nostra amabile e dolcissima Madre, per il Neo-eletto che si accinge a venire tra noi nel nome del Signore.

In comunione, vi benedico tutti e ciascuno

+ Lucio Angelo M. Renna

 

Potrebbero interessarti anche...