CALCIO – ALLIEVI – L’Asd San Paolo di Civitate vittorioso anche al Miramare di Manfredonia

1.602 visualizzazioni

Nel campionato provinciale allievi, l’Asd San Paolo conserva la sua imbattibilità conseguendo la dodicesima vittoria su tredici partite giocate.

Partita di prestigio, con la quinta forza del campionato, l’A.s.d. Accademia Manfredonia, sul terreno di gioco del Miramare, stadio ufficiale del Manfredonia Calcio di serie D.

Per via della squalifica di Mister Corvino, panchina affidata a Mister Tosiani, assistito da Andrea Girelli e dalla vice presidente Grazia De Cristofaro.

Solito 4-3-3 con Tosiani Simone in porta, Cipriano, Carcaiso, Tosiani Francesco, Montedoro Libero sulla linea di difesa, Proto A., Vescovi e Occhionero a centrocampo. Proto F., Glave e De Cristofaro , in attacco.

In panchina erano presenti il secondo portiere De Cicco, i difensori Tete e Carretta, i centrocampisti Montedoro Raffaele e Del Buono Pompeo, il jolly Infanti.

Pubblico numeroso sulla tribuna centrale dello stadio, aperta ad hoc per offrire riparo dalle forti raffiche di vento freddo.

Match affrontato a viso aperto dalle due compagini, che hanno messo in campo cuore e tecnica di tutto rispetto.

Inesorabile il crescendo dell’A.s.d. San Paolo, con una serie di attacchi tambureggianti che hanno portato in più occasioni gli attaccanti a tu per tu con il portiere ospite.

C’è voluta una travolgente discesa di Michele Cipriano sulla destra, per sbloccare il risultato.

Infatti, al 30’, nel tentativo di fermarne la discesa, un difensore locale ha nettamente fermato la palla con la mano.

Rigore netto, trasformato dallo stesso Cipriano, con un preciso rasoterra che ha spiazzato l’incolpevole estremo difensore manfredoniano.

Incapace di reagire, la squadra di casa ha lasciato ancora spazio agli attacchi degli ospiti, che però non sono riusciti a trovare il raddoppio, anche a causa di alcune spettacolari parate del portiere di casa.

Nel secondo tempo, la squadra di casa entra sul campo decisa a riequilibrare il risultato, ma il maggior tasso tecnico e tattico del San Paolo ha bloccato sul nascere ogni attacco.

Un nutrito gruppo di giovani tifosi di casa ha cominciato a lanciare offese sia ai giocatori ospiti che all’arbitro.

Nonostante la pressione psicologica i giocatori ospiti hanno continuato a fare la partita, con brillanti fraseggi finalizzati in numerose azioni da goal.

L’ultimo quarto d’ora ha visto l’Accademia Manfredonia provarle tutte.

La difesa ha tenuto bene e Simone Tosiani non ha corso particolari pericoli.

Nel secondo tempo da segnalare due sostituzioni per il San Paolo: Montedoro R. al posto di Glave e Carretta al posto di un infortunato Cipriano.

Grande gioia al fischio finale per la squadra ospite. Da segnalare il gesto di grande scorrettezza dei giovani dell’Asd Accademia Manfredonia che oltre a invitare il pubblico a continuare ad offendere calciatori e direttore di gara, hanno impedito il consueto rito di esultanza degli imbattuti calciatori sanpaolesi, interponendosi di forza nel tratto compreso tra il centrocampo e le tribune.

Un sincero plauso a tutti i giocatori che hanno mostrato una grande maturità anche in un ambiente così difficile. Qualche cenno di reazione verso il pubblico c’è stato, ma è stato immediatamente bloccato.

Una trentina i tifosi giunti da San Paolo che hanno tenuto un atteggiamento impeccabile, non reagendo a nessuna provocazione ricevuta.

Il 15 marzo 2017, alle ore 15.30, gli allievi scenderanno di nuovo in campo per recuperare la partita con l’Atletico Cagnano, altra big del campionato.

 

 

Ufficio Stampa Asd San Paolo di Civitate

Potrebbero interessarti anche...