SAN NICANDRO GARGANICO – ELEZIONI COMUNALI. SI ALLARGA LA ROSA DEI PARTITI SU CIAVARELLA

3.727 visualizzazioni

di Gino Carnevale

Sembra averla spuntata il dottor Costantino Ciavarella per la sua candidatura a Sindaco al Comune di San Nicandro Garganico. Se ne parlava da molto ma come si sa gli eventi e le tattiche in politica sono sempre dietro l’angolo a far cambiare scena.

Lega, Fratelli d’Italia, UDC e Forza Italia per ora i partiti che hanno sciolto le riserve per 10 giugno 2018 che vedrà impegnato il comune garganico nella sua consultazione elettorale dopo cinque anni di amministrazione Gualano segnata proprio dalla sostituzione di Ciavarella e Di Salvia con altri componenti nella sua giunta. Motivo di amarezza e dissapori scaturiti all’epoca che fece perdere quella spinta che serviva a Gualano per portare avanti la sua amministrazione. Ciavarella all’epoca dei fatti ricopriva il ruolo di Vice Sindaco e fu determinante per la vittoria dell’attuale Sindaco che sta volgendo al termine il suo mandato. Il dottor Ciavarella Costantino è un uomo stimato da tutti con una moderata e pacata attenzione alle problematiche del territorio. Persona attenta e preparata che non si è mai tirato indietro dagli impegni che lo hanno investito in campo amministrativo. I quattro segretari Antonio Berardi, Matteo La Torre, Michele Gaggiano e Giovanni Villani fatto quadrato su Ciavarella intraprendendo un percorso comune condividendo il programma amministrativo già nelle prime bozze. San Nicandro Garganico mai come ora deve dare una sterzata all’attuale staticità smuovendo ogni piccolo tassello responsabilizzando tutti nella macchina amministrativa coinvolgendo dirigenti e dipendenti e rendendo partecipi gli stessi cittadini evitando di fare l’errore degli ultimi cinque anni senza aver avuto un solo confronto con il popolo tenendolo in un angolo per poi riprenderlo al momento delle elezioni! Questo è quello che il popolo lamenta oltre all’abbandono spropositato del territorio e ad un vero e proprio supplizio per i cittadini con un alto tasso di povertà e sempre più attività commerciali in sofferenza.

Il compito di Ciavarella non sarà del tutto facile perché di problemi da risolvere sul Comune di San Nicandro Garganico sono davvero tanti e grossi e dovrà circondarsi di fedeli collaboratori sani di valori e dedizione al proprio paese senza quella logica degli “affari propri”! La macchina amministrativa dovrà facilitare il percorso a chi vuole davvero il bene del paese senza frenare il normale deflusso. Uomini capaci di saper studiare il territorio e saper mettere in campo le migliori armi per raggiungere progetti innovativi per San Nicandro Garganico sono quelli di cui Ciavarella ha bisogno. Il suo compito sarà quello di non cadere nei tranelli giurassici ai quali molti sono abituati. Dovrà lavorare con molta trasparenza ed educare i suoi a seguire questo progetto innovativo e futuristico. I giovani puntano su Ciavarella e i partiti che lo appoggiano. Le vecchie logiche di partite devono farsi da parte. Oggi si deve lavorare uniti davvero senza ricatti e presunzioni. Quella vacca da mungere chiamata “Comune” oramai è al collasso e necessita di ossigeno.

Al dottor Ciavarella giungano i miei più sentiti auguri per la sua candidatura nella speranza che se all’indomani degli scrutini dovesse risultare il vincitore, cosa auspicabile, possa davvero rimettere in moto tutto ciò che si è bloccato possa rimettersi in moto riportando San Nicandro nei primi posti del Gargano e della Provincia di Foggia.

Gino Carnevale

Potrebbero interessarti anche...