FOGGIA – Presentato il progetto di Raccolta Differenziata

1.019 visualizzazioni

Presentato in conferenza stampa a Palazzo di Città a Foggia, il nuovo Piano di Raccolta Differenziata che interessa novantamila utenti del capoluogo dauno.

Alla conferenza stampa erano presenti il Sindaco di Foggia Franco Landella, l’Assessore con delega all’Ambiente Francesco Morese, il Presidente di Amiu Puglia Sabino Persichella, il Direttore di Amiu Puglia Antonio Di Biase, il Dirigente dell’Unità Operativa di Foggia dell’Amiu Ambrogio Giordano ed i componenti del Consiglio di Amministrazione di Amiu Piglia Antonello Di Paola e Sonia Gemma Ruscillo.

È la prima delle tre fasi del piano di Raccolta Differenziata così detta ‘di prossimità’.

Dalla notte di oggi partirà la distribuzione nelle strade coinvolte del piano dei nuovi 1.200 cassonetti: 400 per la carta, 400 per la plastica, 400 per il vetro.

La zona è quella periferica di Foggia, quella denominata come Zona Gialla, interessata dalla raccolta differenziata con sistema di prossimità/side loader, con la sistemazione di isole ecologiche definite che saranno pronte entro un mese dall’avvio del piano di servizio. Le isole di base, infatti, passeranno da 250 a 750. Ciascuna isola sarà completa di contenitori stazionari da 2.400 lt, per l’indifferenziata, la plastica, la carta ed il vetro.

Il nuovo servizio si estenderà quindi alle zone Blu e Rossa (centro storico) secondo modalità da definire per individuare le più idonee modalità di raccolta nel centro storico cittadino mediante sistema porta a porta.

“Oggi presentiamo un progetto di rilancio e consolidamento della Raccolta differenziata nella città di Foggia – ha dichiarato il sindaco di Foggia, Franco Landella – In città siamo partiti da un dato del 6% di Raccolta Differenziata nel 2014, fino al 27% attuale. Naturalmente abbiamo riscontrato alcune criticità durante la prima fase, ma con questo nuovo sistema, che prevede una raccolta adattata alla confermazione urbanistica della città, auspico una collaborazione fattiva da parte dei cittadini foggiani, perché la buona riuscita della Raccolta differenziata passa inevitabilmente per un coinvolgimento diretto dell’utenza. Uno dei veri problemi, però, è rappresentato dalla carenza di impianti regionali per la chiusura del ciclo dei rifiuti; nella fattispecie non siamo dotati di un impianto di compostaggio in grado di ospitare la frazione umida, che è la parte fondamentale per la buona riuscita della RD, che ci costringere a mandare fuori Foggia circa il 35% dei rifiuti con un inevitabile aggravio di costi per i cittadini foggiani. E con il governatore Michele Emiliano che anziché preoccuparsi di adeguare l’impiantistica regionale alle esigenze dei comuni pugliesi, ha ben pensato di portarci in casa anche i rifiuti della città di Roma”.

“La Raccolta differenziata rappresenta un vero e proprio cambio culturale – ha detto l’assessore con delega all’Ambiente del Comune di Foggia, Francesco Morese – Noi due anni e mezzo fa abbiamo avviato questo cambio culturale che speriamo oggi di rafforzare con una nuova progettazione che distingue la città in tre macroaree per ottimizzare il servizio. Eravamo gli ultimi tra i comuni capoluogo in Puglia come percentuale di Raccolta differenziata, ma in questi mesi è stata potenziata la raccolta di vetro e cartone che ha contribuito ad alzare la percentuale di differenziata ed evitare di pagare l’ecotassa. Ci sono altre iniziative in cantiere, come un finanziamento per i centri comunali di raccolta per avere un impianto di compostaggio per la frazione umida, senza del quale è impossibile procedere ad una raccolta spinta”.

«Il Piano di rilancio della raccolta differenziata a Foggia è il prodotto del nuovo Piano industriale dell’azienda. Siamo alla fase due, quella degli investimenti, della riorganizzazione aziendale delle nuove politiche del personale. Quanto alla differenziata si tratta di un cambiamento concettuale, culturale ed ideologico dell’igiene e dell’ambiente – ha dichiarato Sabino Persichella, Presidente di Amiu Puglia – Si parte con le nuove isole ecologiche e contiamo di arrivare entro l’autunno con la programmazione della raccolta differenziata ‘porta a porta’ nel centro storico. Il nostro compito è quello di agevolare, attraverso i servizi, i compiti dei cittadini utenti. Toccherà a noi creare le migliori condizioni in termini di efficacia ed efficienza del servizio ed a loro il rispetto delle regole di conferimento. Un dato è certo – ha precisato il Presidente Persichella – la strada è quella della collaborazione massima tra tutte le parti in causa, AMIU, Amministrazione comunale, cittadini. Sono certo che i risultati saranno quelli auspicati.»

«La Raccolta Differenziata non parte da zero, ma dal potenziamento e dalla normalizzazione di quella esistente. Entro un mese le isole ecologiche saranno pronte e noi contiamo di incrementare del 15 per cento il dato sulla raccolta – sottolinea Antonio Di Biase, Direttore di Amiu Puglia – Il nostro è un investimento rilevante, ma ai mezzi e al servizio deve corrispondere la collaborazione degli utenti. Storicamente quanto più è preciso e rigoroso il servizio offerto, tanto più il cittadino risponde partecipando e realizzando la raccolta differenziata. Da questo si parte. Ora ci sono i nuovi cassonetti, entro i mesi autunnali predisporremo le modalità della raccolta ‘porta a porta’ per completare i servizi. Abbiamo i nuovi auto-comparatori in grado di garantire la raccolta dai cassonetti con sufficiente celerità e precisione – aggiunge Di Biase – ci aspettiamo la massima collaborazione e un efficace intervento, anche, dei controlli per garantire il raggiungimento dei risultati.»

Il nuovo piano di raccolta differenziata rientra tra gli obiettivi operativi ed organizzativi per il triennio 2018-2020 approvati dal nuovo Consiglio di Amministrazione di Amiu Puglia s.p.a condelibera dello scorso dicembre ed è stato preceduto da investimenti mirati per il potenziamento delle attrezzature e del parco mezzi: acquisto dei 1200 cassonetti nuovi, di due compattatori e di due lavanti.

 

Potrebbero interessarti anche...