SAN SEVERO – Investitori Esteri in Capitanata per parlare di Sviluppo, attivazione di un fondo privato per le Infrastrutture, unico in Puglia

3.647 visualizzazioni

l lo SAN SEVERO – Investitori Esteri in Capitanata per parlare di Sviluppo, attivazione di un fondo privato per le Infrastrutture, unico in Puglia

Si svolgerà a San Severo nei giorni 20 e 21 Giugno prossimi, un
“meeting” di investitori esteri, per lo più cinesi ed un fondo lussemburghese con imprenditori locali, per parlare di investimenti e progetti sia in ambito infrastrutturale, agroalimentare e turistico.

Un importante imprenditore cinese, un banchiere d’affari, residente a
Parigi, scenderà con una delegazione a Pescara, per poi arrivare a
S.Severo dove lo aspettano imprenditori di Apricena attivi nell’ambito
della lavorazione del marmo, imprenditori di Foggia e San Severo per
elaborare insieme un “Piano Programmatico di Sviluppo Quinquennale” per
attivare investimenti che potrebbero superare i 300 milioni di euro,
grazie alla creazione di un fondo per le infrastrutture, una sorta di
banca d’affari che agisca solo per le imprese e per i progetti da
sviluppare.

Infatti, il progetto principe su cui vertirà tale visita, sarà l’Eco
Park di Poggio Imperiale, un progetto che se realizzato comprenderà un
parco divertimenti, un centro direzionale, area alberghiera, centro
commerciale food e non food, sale cinema, avio superficie e centro
sportivo.

Circa 32 ettari di superficie a ridosso dell’A14 Bologna-Bari dove in
accordo col comune di Poggio Imperiale, l’associazione Banca del Sole
proponente del progetto e organizzatore del meeting, stringerà accordi
d’interesse con tali investitori.

L’ing. Sergio Priore presidente della Banca del Sole e la Console &
Partners di Torino, una sorta di boutique finanziaria di alto livello,
organizzano questo meeting unico in Puglia, infatti solitamente questa
delegazione di investitori ne organizzano solo 4 manifestazioni simili
ogni anno in Italia.

Molte imprese locali potrebbero essere coinvolte da questo tipo di
programmazione a medio – lungo termine, innalzando il livello
dell’occupazione locale e dell’indotto, difatti l’investitore sceglierà
solo imprese del posto per attuare i propri progetti.

Previste infine, altre visite con l’investitore presso diversi opifici
industriali in area ASI a Foggia, per rigenerare aree degradate, come
pure previste visite nel Gargano perchè all’investitore cinese
interessano complessi turistici da acquisire.

A volte la politica è disattenta a queste opportunità uniche, e che
potrebbero segnare la svolta per lo sviluppo socio-economico del nostro
territorio, come pure è giusto attivare queste forme di finanza
alternativa per via della stretta creditizia delle banche ordinarie ma
sopratutto per l’aleatorietà dei fondi pubblici non sempre presenti e
non sempre pronti ad essere erogati per via delle lungaggini
burocratiche.

La segreteria

Potrebbero interessarti anche...