FOGGIA – Amgas SpA, il sindaco Landella replica al consigliere Mainiero

408 views

“Il consigliere comunale Giuseppe Mainiero, come di consueto, usa l’allarmismo come strumento di lotta politica, senza preoccuparsi di come le sue intemerate ed infondate accuse possano essere percepite e di quali conseguenze negative possano provocare in un momento delicatissimo per la vita dell’azienda e strategico per la definizione del suo futuro. Un atteggiamento che considero grave ed irresponsabile.

Nel caso della presunta illegittimità dei componenti del Consiglio di Amministrazione di Amgas SpA, i rilievi sollevati appaiono inconsistenti. 

Non nascondo di aver nutrito dubbi rispetto al tema specifico. Si tratta infatti di una materia complessa, che meritava il massimo dell’attenzione. Proprio per questo ho richiesto formalmente, nella mia veste di rappresentante della proprietà di Amgas SpA, un parere pro-veritate al Notaio Paolo Revigliono, professore ordinario di diritto commerciale nell’Università ‘Universitas Mercatorum’ di Roma; al Notaio Nicola Riccardelli, docente di diritto commerciale nella Scuola di Specializzazione per le professioni legali presso l’Università di Roma ‘Tor Vergata’; all’avvocato del Foro di Roma e patrocinante presso la Corte di Cassazione Fabio Costa. 

Il minuzioso lavoro di analisi sviluppato dai tre professionisti si è concluso con la conferma della legittimità dei decreti sindacali di nomina che ho firmato. Come si legge nel parere, ‘deve ritenersi che l’attuale Organo amministrativo, ai sensi dell’art. 10, comma 2 dello Statuto dura in carica ordinariamente tre esercizi e può essere riconfermato per altri due esercizi, con la conseguenza che l’attuale Consiglio di Amministrazione, essendo stato nominato complessivamente per tre esercizi, può essere rinominato per ulteriori due esercizi a norma dell’art. 10, comma 2, dello Statuto che prevede la durata complessiva dell’Organo di amministrativo collegiale in tre esercizi, a cui possono essere aggiunti altri due esercizi in caso di riconferma’.

Questo, con ogni evidenza, smentisce la tesi che vuole il CdA illegittimamente in carica e che, di conseguenza, adombra ed insinua il sospetto di una nullità degli atti prodotti dal Consiglio di Amministrazione.

Gli amministratori di Amgas SpA, ai quali rinnovo la mia fiducia, possono dunque continuare ad operare in assoluta serenità, proseguendo la positiva attività svolta sino ad oggi, come dimostra l’ottimo risultato conseguito in occasione della cessione del restante 20% del pacchetto azionario di Amgas Blu Srl ad Ascopiave SpA”.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento