TORREMAGGIORE – Pubblicato il bando per interventi di rimozione e smaltimento di amianto su manufatti edilizi

TORREMAGGIORE – Pubblicato il bando per interventi di rimozione e smaltimento di amianto su manufatti edilizi ricadenti sul territorio comunale
E’ stato pubblicato il bando per l’assegnazione di contributi a beneficio di soggetti privati per interventi di rimozione e smaltimento di amianto su manufatti edilizi ricadenti sul territorio comunale di Torremaggiore.

 

“Nell’ambito delle attività di tutela e valorizzazione dell’ambiente, questa Amministrazione comunale ha avviato un programma di bonifica dei siti inquinati da rifiuti e di decontaminazione, smaltimento e bonifica dell’amianto, aderendo ai bandi regionali appositamente emanati – afferma il Sindaco di Torremaggiore, Pasquale Monteleone che prosegue – Per l’esecuzione di tale programma il nostro Comune è beneficiario di finanziamenti regionali pari a 50mila euro per la bonifica dei siti interessati da abbandono di rifiuti e di ulteriori 50mila euro per il sostegno ai privati nella rimozione e smaltimento di manufatti contenenti amianto. A nostra volta siamo intervenuti con lo stanziamento di nostri fondi di bilancio pari a 12.500 euro a sostegno delle stesse iniziative”, conclude il primo cittadino.

“Il bando è stato pubblicato all’albo on line del sito istituzionale del Comune ed è scaricabile unitamente allo schema di domanda di contributi – spiega l’assessore all’Ambiente, Guida Trilli, che prosegue – Possono partecipare tutti i soggetti, persone fisiche e giuridiche, proprietari, locatari, comodatari, usufruttuari di immobili ubicati nel territorio comunale di Torremaggiore per la bonifica dei rispettivi edifici da materiali contenenti amianto”, conclude l’assessore.

Sono finanziabili le spese: connesse alle attività di rimozione, trasporto e conferimento in impianti autorizzati di manufatti contenenti amianto; per la redazione del piano di lavoro da presentare alla Asl (ai sensi dell’art. 256 del D.Lgs 81/2008); relative alla predisposizione del cantiere di lavoro e agli oneri di sicurezza, emesse da soggetti abilitati; per consulenze, progettazione e sviluppo degli interventi nella misura massima del 10% dell’importo ritenute ammissibili; relative all’imposta sul valore aggiunto solo nei casi in cui la normativa nazionale non consente il recupero”.Gli interventi sono finanziabili fino alla concorrenza delle seguenti somme:

 

Quantità (in q.li di prodotto contenente amianto) Contributo Massimo Erogabile
Fino a q.li 10 2.000,00 Euro
Oltre 10 e fino a 20 q.li 3.200,00 Euro
Oltre 30 e fino a 30 q.li 4.500,00 Euro
Oltre 30 q.li 5.000,00 Euro

Ove le richieste di contributi ammesse superino l’importo stanziato, si provvederà alla ripartizione proporzionale dello stanziamento, fermo restante il limite massimo di cui alla precedente tabella. Non è ammissibile l’intervento per chi beneficia o ha beneficiato di altro finanziamento o agevolazione per analoga operazione. I modelli di domanda possono essere scaricati accedendo al sito www.comune.torremaggiore.fg.it. La scadenza per la presentazione delle domande è fissata alle ore 12:00 del 15 gennaio 2019.

Alla domanda vanno allegati: fotocopia del documento di identità del richiedente; dettagliato preventivo di spesa complessivo risultante dalla somma delle spese ammissibili; dichiarazione riferita all’eventuale recupero fiscale dell’Iva; idonea documentazione fotografica a colori, stampata su formato A4, attestante lo stato di fatto dei luoghi alla data della domanda e che consenta sia una visione di dettaglio dello stato dell’amianto presente nel manufatto interessato che una visione d’insieme del sito di ubicazione; (solo nei casi di locatari, comodatari, usufruttuari, ecc.) dichiarazione di assenso in originale del proprietario all’esecuzione delle opere.

L’ufficio ambiente del Settore Tecnico comunale è a disposizione per ogni utile chiarimento.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento