CAPITANATA – Ferrovie del Gargano sottoscrive la Dichiarazione per la cultura della sicurezza ferroviaria dell’ANSF

CAPITANATA – Ferrovie del Gargano sottoscrive la Dichiarazione per la cultura della sicurezza ferroviaria dell’ANSF insieme ad altri 32 operatori. Il presidente Scarcia Germano: «Obiettivo su cui già lavoriamo»

Anche Ferrovie del Gargano ha sottoscritto a Firenze la Dichiarazione per una cultura della sicurezza ferroviaria in Europa nell’ambito della Conferenza “Cultura della sicurezza – Modelli ed esperienze ferroviarie a confronto” organizzata dall’Agenzia Nazionale per la Sicurezza delle Ferrovie (ANSF) in collaborazione con l’Agenzia dell’Unione Europea per le Ferrovie (ERA). Oltre a FerGargano la firma al documento è stata apposta da altri 32 operatori ferroviari.

La Dichiarazione, proposta dall’ERA, ha l’obiettivo di unire e compattare i più importanti soggetti ferroviari europei nella promozione di una positiva cultura della sicurezza all’interno del settore. «Siamomolto colpiti dall’ampia partecipazione degli operatori ferroviari econvinti che la diffusione di una buona cultura della sicurezza sia fondamentale anche nell’ambito ferroviario – ha dichiarato a tal proposito il dott. Marco D’Onofrio, Direttore dell’ANSF –. Sull’esempio del trasporto aereo e della sanità, la cultura della sicurezza si rivolge principalmente all’elemento umano, rafforzando gli effetti e la capacità di reazione di tutto il sistema in un impegno collettivo».

Questi i principi più importanti espressi nella Dichiarazione:

  • la sicurezza è il principale motore dell’efficienza e dell’affidabilità dei servizi ferroviari. In caso di conflitto tra diversi obiettivi aziendali, la sicurezza non deve essere compromessa.
  • Le organizzazioni promuoveranno la sicurezza, la comunicazione ed i principi della cultura della fiducia e non punitiva, tra i dirigenti, i dipendenti e le altre parti, compresi gli appaltatori e i fornitori di beni e servizi.
  • Le organizzazioni hanno la responsabilità di incoraggiare comportamenti corretti e di fornire l’ambiente appropriato per consentire di lavorare in modo sicuro, comprese la progettazione del lavoro, la messa a disposizione di strumenti, la formazione e le procedure.
  • In caso di incidenti o situazioni pericolose, le indagini e le analisi degli eventi devono concentrarsi innanzitutto sulle prestazioni del sistema, sulle condizioni e i fattori che influenzano le pratiche lavorative, piuttosto che sull’attribuzione di colpa o della responsabilità individuale.

Un percorso a cui Ferrovie del Gargano ha aderito durante la convention in terra toscana. «Un percorso che condividiamo e che sosterremo – commenta il dott. Vincenzo Germano Scarcia, Presidente di Ferrovie del Gargano – per meglio attuare questi principi che riteniamo di vitale importanza per continuare ad accrescere i livelli di sicurezza. Da sempre la nostra Azienda è attenta a queste esigenze raccogliendo indicazioni e applicando normative in materia. Le nostre due linee ferroviarie sono gestite profondendo ogni necessaria risorsa in termini manutentivi per garantire i migliori standard di qualità nonché una circolazione sicura. Analoga attenzione è prestata per la manutenzione dei propri veicoli ferroviari. In entrambi i contesti, Ferrovie del Gargano è decisamente convinta che, ora ma soprattutto in futuro, un ruolo determinante, decisivo e fondamentale sarà svolto dalla capacità di investire nelle “risorse umane”, coinvolgendo ogni proprio dipendente nella cultura della Sicurezza, da considerarsi unico presupposto per ogni tipo di attività. Tale idea può significativamente riassumersi in una semplice frase: più sicuri è meglio. Un percorso che condividiamo con l’ANSF, punto di riferimento per la nostra attività sia come Impresa Ferroviaria, impegnata nel Trasporto Passeggeri, sia come Gestore della propria rete. E con questi presupposti attueremo quanto previsto dalla Dichiarazione».

Insieme a Ferrovie del Gargano hanno sottoscritto il documento: Arriva Italia Rail, Italcertifer Spa, Ferrovie del Sud Est, CFI Compagnia Ferroviaria Italiana, Sistemi Territoriali, GTT (infrastruttura), GTT (trasporto),  Ente Autonomo Volturno (GI), Ente Autonomo Volturno (IF), GTS Rail, La Ferroviaria Italiana, Trasporto Ferroviario Toscano, Cargo RailItaly, Ferrovie Emilia Romagna, Ferrovie Nord, MercitaliaRail, For.Fer, SO.G.RA.F, CSF scuola nazionale trasporti e logistica, Hupac, Azienda Mobilità e Trasporti Genova, SAT trasporto locale, Trenord, Dinazzano Po, DBCargo Italia,  Ferrotranviaria, TUA, Sbb Cargo Italia, Trenitalia, RFI, Adriafer, Tx Logistics AG.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento