CALCIO – SERIE B – IL FOGGIA TORNA A VINCERE IN TRASFERTA!

1.377 visualizzazioni

Foggia, 19 gennaio 2019. Il Foggia torna vittorioso dalla trasferta di Carpi (0-2) grazie alla doppietta del ritrovato Re Pietro Iemmello e alle straordinarie parate di Noppert. Non è stato facile però avere la meglio sulla squadra emiliana, risultata un vero osso duro. Il Foggia, dal canto suo, aveva la necessità vitale di far suo il match e i relativi due punti. Per dare ossigeno ad una classifica deficitaria che potrebbe addirittura diventare in settimana ancor più sorridente per via della possibile riduzione della penalizzazione. Dicevamo, il Foggia è stato spietato. Ha subito segnato il gol dello 0-1 con Iemmello ed ha lasciato sfogare i padroni di casa con un continuo forcing che ha solo prodotto qualche buona opportunità, non sfruttate dagli attaccanti. E dall’ottimo Noppert che ha salvato l’inviolabilità della sua porta in un paio di occasioni e, soprattutto, neutralizzando il tiro di Vitale dagli undici metri. Qualcuno storcerà il naso sulla prestazione dei satanelli ma, obiettivamente parlando, non è questo il momento di badare all’estetica, bensì alla praticità. Il Foggia ha bisogno di punti e di vittorie. Per lo spettacolo se ne potrà parlare, eventualmente, più in là. Al momento la priorità è uscire dalle sabbie mobili della zona bassa della graduatoria. E venerdi nell’anticipo della seconda di ritorno, ci sarà da vendicare la sconfitta dell’andata, contro il Crotone dell’ex Stroppa. Per il momento però i ragazzi possono festeggiare per il secondo successo esterno stagionale, dopo Benevento. Ma da domani si penserà al Crotone. Padalino, senza lo squalificato Kragl, opta per il 3-4-1-2, confermando Noppert tra i pali. Didesa a tre con Tonucci, Martinelli e Boldor. A centrocampo capitan Agnelli e Gerbo centrali, con Zambelli e Ranieri ad agire sulle corsie esterne. In avanti Iemmello e Mazzeo con galano a far da supporto. L’approccio alla gara è di quelli migliori. Dopo un primo tentativo di Vano (1’) terminato alto, il Foggia passa in vantaggio. Fa tutto Iemmello (9’). Ruba palla nella trequarti, s’invola verso Colombi e batte a rete ma la palla si stampa contro il palo. Sulla ribattuta Re Pietro la mette alle spalle del portiere emiliano. Lo 0-1 manda in visibilio il numeroso e rumoroso pubblico ospite presente al Cabassi. Il gol del vantaggio rossonero scuote il Carpi che s’impossessa del centrocampo e domina il match. L’azione dei padroni di casa è arrembante ma è anche abbastanza confusionaria e poco precisa. Il Foggia soffre ma riesce a non prendere gol. Di tanto in tanto riesce ad alleggerire la pressione e si porta in avanti ma non crea altre palle gol. La gara è viva e mantiene alto l’interesse degli spettatori anche se soltanto negli ultimi 10’ si vede qualche bella azione da rete. Vano regala a  Marsura (37’) la palla del possibile pari ma Noppert gli chide lo specchio della porta e evita l’1-1. Il Foggia risponde in contropiede con Galano (39’) ma la conclusione non impensierisce Colombi. E sempre Noppert (44’) si oppone ad un tiro velenoso di Jelenic. Finisce la prima frazione col Foggia in vantaggio. Si torna sul rettangolo verde e il Carpi appara ancora più determinato ad agguantare il pari a tutti i costi. Jelenec (5’), di testa,  sfiora palo. Marsura (11’),  supera Tonucci, ma calcia verso l’esterno della rete. Si fa vivo anche il Foggia con Galano (18’). Lunga fuga e tiro poco convinto che Colombi para con facilità. Padalino non vuol correre rischi e sostituisce proprio Galano con Busellato. La prudenza non è mai troppa ed occorre imporsi a centrocampo. Si torna quindi al 3-5-2. Il Carpi non accetta la sconfitta e prova a  colpire, inutilmente, dalla distanza, con Pachonik (24’). Arrighini (29’) realizza il gol del pari ma quando spinge la palla in rete sulla corta respinta di Noppert, è in offside e il Sig. Pillitteri, su segnalazione dell’assistente non convalida.  Pochi minuti più tardi il Carpi ha la ghiotta occasione per pareggiare i conti. Per il Sig. Pillitteri il contatto in area tra Zambelli ed Arrighini è da estrema punizione.  Vitale (37’) si presenta dagli undici metri, Calcia male ma Noppert si tuffa alla sua sinistra ed evita ancora il possibile 1-1. Gol sbagliato, gol subito è un fatto ricorrente nel gioco del calcio. E così alla prima azione il Foggia infligge il colpo del definitivo ko. Zambelli sulla destra è irresistibile e sul preciso cross ancora Iemmello (29’) è il più lesto ad infilare in rete. La doppietta personale non concede repliche. Anzi il Carpi è ormai frastornato e potrebbe subire pure il terzo gol. Colombi salva su Mazzeo (47’). Al triplice fischio del Sig. Pillitteri è festa per gli oltre 2.000 fedelissimi che accolgono con cori ed applausi i loro beniamini.

CARPI – FOGGIA  0-2

Marcatori:  9’pt e 29 st Iemmello.

Carpi (4-2-3-1): Colombi 6; Pachonik 6, Suagher 5.5, Poli 5.5, Pezzi 6; Sabbione 5.5 (41’ st Romairone sv),  Di Noia 6 (31’ st Concas 5.5); Vitale 5, Jelenic 6, Marsura 6; Vano 5.5 (24’ st Arrighini 5.5). A disposizione: Serraiocco, Piscitelli, Buongiorno, Piscitella, Pasciuti, Saric, Mbaye, Wilmots, Kresic. Allenatore: Castori 5.5.

Foggia (3-4-1-2): Noppert 7.5; Tonucci 6, Martinelli 6.5, Boldor 6; Zambelli 7.5, Gerbo 6 (39’ st Deli sv), Agnelli 6.5, Ranieri 6 (13’ st Rubin 6); Galano 5.5 (19’ st Busellato 6); Mazzeo 5.5, Iemmello 8. A disposizione: Bizzarri, Sarri, Loiacono, Greco, Cicerelli, Chiaretti, Ramé, Gori. Allenatore: Padalino 7.

ARBITRO: Luigi Pillitteri di Palermo 6;

1° assistente: Andrea Tardino di Milano 6;

2° assistente: Vincenzo Soricaro di Barletta 6.5;

4° ufficiale: Daniele Minelli di Varese.

Cielo nuvoloso. Terreno in buone condizioni. Spettatori 4.000 circa (almeno 2.000 i tifosi rossoneri presenti al Cabassi). Ammoniti: Poli, Vano, Sabbione, Di Noia, Suagher (C),   Tonucci, Zambelli, Iemmello  (F). Angoli: 4-3 per il  Foggia. Recupero: 1′-4′.

Lino Mongiello

 

Potrebbero interessarti anche...