399 visualizzazioni

FOGGIA – Un nuovo modello di banca per la tutela del risparmio e del lavoro: le idee a confronto proposte da FIRST e CISL

Le politiche commerciali, l’organizzazione del lavoro, il manifesto AdessoBanca! e le buone pratiche sinora intraprese: sono questi i temi al centro della tavola rotonda promossa dalla FIRST Cisl e dalla Cisl di Foggia.
Appuntamento per martedì 12 febbraio presso l’auditorium Santa Chiara a Foggia, con inizio alle ore 14:30.
All’evento, aperto alle lavoratrici e ai lavoratori di banche, agenzie di riscossione, assicurazioni e authority, oltre che al pubblico, parteciperanno: Mauro Buscicchio Direttore Generale della Banca Popolare Pugliese, Alessandro Maria Piozzi Amministratore Delegato e Direttore Generale della Banca Popolare di Puglia e Basilicata, Elisabetta D’Apolito docente di ‘Economia degli intermediari finanziari’ presso l’Università di Foggia e Riccardo Colombani Segretario Generale FIRST CISL, Giulio Romani Segretario Confederale CISL.
L’incontro sarà introdotto da Lucia Schiraldi Coordinatrice responsabile della zona di Foggia di FIRST CISL Puglia ed ospiterà gli interventi di Pasquale Berloco Segretario Generale FIRST CISL Puglia e di Carla Costantino Segretario Generale CISL Foggia.
Moderatore del confronto sarà Sebastiano Barisoni, vicedirettore esecutivo di Radio 24 e conduttore della trasmissione radiofonica ‘Focus economia’.
“Le banche possono svolgere un ruolo importantissimo nel tessuto sociale – afferma Carla Costantino, Segretario Generale della CISL di Foggia – e rappresentare un sussidio strategico per l’avvio di molte Strat Up, soprattutto giovanili, incentivando il lavoro. Non solo, possono risultare determinati nell’indicare le migliori strategie per garantire la piena applicazione dei principi di etica bancaria.”
“Il tema della tavola rotonda è più che mai attuale – dice Lucia Schiraldi, Coordinatrice della zona di Foggia della FIRST CISL – La nostra funzione è di formare ed informare i colleghi. Proponiamo l’assemblea con una formula innovativa per sensibilizzare lavoratrici e lavoratori ad una maggiore consapevolezza del proprio ruolo professionale e sociale”. 

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

399 visualizzazioni