CALCIO – SERIE B – IL RIGORE DI MAZZEO NEL PAREGGIO COL CITTADELLA

630 visualizzazioni

DI LINO MONGIELLO

Foggia, 16 marzo 2019. Nemmeno il cambio di allenatore serve al Foggia per conquistare i tre punti che avrebbero consentito di mantenere il passo delle dirette concorrenti alla permanenza. Infatti, i rossoneri, dopo lo sfortunato autogol di Tonucci, hanno dovuto faticare parecchio per evitare una sconfitta che avrebbe compromesso seriamente le possibilità di rimanere tra i cadetti. Il gol di Mazzeo che ha consentito di pareggiare i conti col Cittadella rende ancora possibile l’impresa. Che, per quanto visto allo Zaccheria, non potrà essere diversamente. Con sole otto gare da disputare ed un ruolino delle ultime gare non molto esaltanti,  sarebbe facile essere non ottimisti. Ma il Foggia dovrà giocarsele con il coltello tra i denti e se vuol salvare la stagione, dovrà, giocoforza, cogliere al più presto un filotto di vittorie. Le altre squadre impelagate nei bassifondi della classifica fanno costantemente risultato e se scappano sarà difficile riprenderle. Intanto andrà al più presto rivisto l’atteggiamento tattico da adottare. La gara contro il Cittadella, ritenuta fondamentale nel prosieguo del torneo, non è stata affrontata nei giusti modi. La dimostrazione si è avuta quando, con l’ingresso di Mazzeo e Cicerelli, la gara dei rossoneri è finalmente decollata. E il Foggia ha evitato la sconfitta che avrebbe inciso in modo negativo non solo sulla classifica ma soprattutto sul morale, già a pezzi. Poco o nulla da segnalare nella prima frazione. Gara tattica, in attesa dell’errore avversario. Un tiro insidiosi di Gerbo (37’) aveva costretto Paleari a volare verso l’incrocio dei pali ad evitare 1’ 1-0. Nella  ripresa salgono i ritmi e il match si ravviva. L’intraprendenza del Cittadella si fa sempre più sentire e, sia pure su autogol, va in vantaggio. Il Foggia accusa il colpo e dopo circa 10’ di smarrimento, prepara l’assalto degli ultimi 30’. Finalmente Grassadonia inserisce Mazzeo e Cicerelli per  Chiaretti e Zambelli, rischiando il tutto per tutto. I rossoneri spingono sull’acceleratore per agguantare almeno il pari. Rischia lo 0-2 sulla bella iniziativa di Benedetti (24’).  Mentre , sull’altra sponda, Iemmello (29’), si ritrova solo davanti a Paleari ma non inquadra la porta. Un minuto più tardi viene annullato un gol a Mazzeo per una dubbia posizione di fuorigioco. Sembra finita per il Foggia ma  Mazzeo (35’) lotta come un leone e si procura un calcio di rigore che  lo stesso bomber (36’) trasforma.  Il Foggia adesso crede nella possibilità di poter ribaltare il risultato . Gerbo (41’) e  Iemmello (42’) però non riescono a finalizzare due ghiotte occasioni. Per il Foggia è il dodicesimo pareggio. Che lo mantiene ancora in vita ma è poco per sperare nella salvezza.

FOGGIA – CITTADELLA  1-1

Marcatori: 10’ st Tonucci (aut.), 36’ Mazzeo (rig.).

FOGGIA (3-5-2): Leali 6; Tonucci 5.5, Billong 5.5, Ranieri 6; Zambelli 5.5 (19’ st Cicerelli 6), Greco 6, Gerbo 6, Kragl 6, Deli 6; Chiaretti 5 (19’ st Mazzeo 6), Iemmello 5. In panchina: Noppert, Agnelli, Loiacono, Arena, Ngawa, Galano, Cavallini, Marcucci, Boldor, Matarese.  Allenatore: Grassadonia 5.5.

 

CITTADELLA (4-3-1-2): Paleari 6.5; Cancellotti 6, Drudi  5.5 (1’ st Frare 5.5), Adorni 6, Benedetti 6.5; Siega 5.5 (22’ st Settembrini 6), Iori 6, Branca 6; Schenetti 6 (39’ st Proia sv); Moncini 5.5, Finotto 5.5. In panchina: Maniero (P), Parodi, Camigliano, Panico, Maniero, Bussaglia, Diaw.  Allenatore: Venturato 6.

ARBITRO: Niccolò Baroni di Firenze.

1° ass.: Luigi Rossi di Rovigo;

2° ass.: Giuseppe Borzomì di Torino;

4° uomo: Ivano Pezzuto di Lecce.

NOTE: giornata primaverile con cielo sereno Terreno in buone condizioni. Spettatori 9.000 circa (una trentina  i tifosi ospiti). Ammoniti: Drudi, Benedetti, Tonucci, Mazzeo, Greco. Angoli: 8-5 per il Cittadella. Recupero:  2′- 4′.

Potrebbero interessarti anche...