FOGGIA – Insediato questa mattina a Palazzo Chigi il Tavolo istituzionale per il Contratto di sviluppo per l’area di Foggia

693 visualizzazioni

Si è insediato questa mattina a Palazzo Chigi, alla presenza del presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, dell’assessore al Bilancio e alla Programmazione unitaria della Regione Puglia, Raffaele Piemontese, del sindaco di Foggia, Franco Landella, e del presidente della Provincia, Nicola Gatta, il Tavolo istituzionale per il ‘Contratto Istituzionale di sviluppo per l’area di Foggia’. Istituito con decreto del presidente del Consiglio il Tavolo dovrà elaborare le strategie utili per attuare il programma straordinario di valorizzazione e sviluppo della Capitanata puntando sulle eccellenze locali (culturali, naturalistiche, eno-gastronomiche, artigianali e produttive) attraverso la realizzazione di interventi strategici, funzionalmente connessi tra di loro.

Dopo un lavoro di confronto con gli attori territoriali, svolto da Invitalia nei mesi scorsi, sono state avanzate 120 proposte progettuali, che verranno selezionate dai componenti del Tavolo sulla base di criteri di selezione predeterminati nei settori dell’ambiente, delle infrastrutture, dello sviluppo economico e produttivo, del turismo, della cultura e della valorizzazione delle risorse naturali.

Il Tavolo, presieduto dal presidente Conte, oltre a Regione Puglia, Comune di Foggia, Provincia di Foggia e Invitalia, è formato da altri undici componenti, in rappresentanza delle Istituzioni coinvolte, ovvero i ministri per il Sud, dello Sviluppo economico, dell’Interno, dell’Ambiente e della tutela del territorio e del mare, delle Infrastrutture e trasporti, per i Beni e le attività culturali, delle Politiche agricole alimentari forestali e del Turismo.

La riunione odierna, cordiale e positiva, ha permesso di sviluppare una attività ricognitoria relativamente ai passaggi finora espletati, nello specifico in ordine ai progetti pervenuti alla presidenza del Consiglio.

“L’elemento su cui deve fondarsi questo processo di concertazione istituzionale è che ragioniamo intorno a risorse aggiuntive rispetto al quadro degli investimenti già negoziato e deciso nell’ambito del Patto per la Puglia, sottoscritto il 10 settembre 2016 tra il Governo nazionale e la Regione Puglia, e rispetto alle risorse CIPE Fondo di Sviluppo e Coesione 2014-2020 – commenta l’assessore regionale al Bilancio e alla Programmazione unitaria, Raffaele Piemontese –. Non possiamo certo esporre al rischio dell’incertezza quel delicato lavoro che ha già coinvolto molti attori pubblici e privati e che ha già definito dettagliatamente la direzione di marcia del territorio in termini di asset, obiettivi e orizzonti. A questo primo step del percorso intrapreso, dunque, deve far seguito una definizione puntuale della dotazione finanziaria aggiuntiva utile a realizzare i principali interventi proposti dalla provincia di Foggia”.

“L’avvio di questo dialogo conferma l’urgenza di aumentare e migliorare l’attenzione nei confronti del futuro della Capitanata. Ora il confronto dovrà incardinarsi su valutazioni di merito, a cominciare dal chiarimento circa l’effettivo portafogli di risorse che il Governo intende liberare – sottolinea il sindaco di Foggia, Franco Landella –. Elemento, questo, decisivo per sviluppare un negoziato in ordine alla griglia delle priorità, tra le quali deve figurare la manutenzione del territorio, con particolare riferimento alle arterie viarie a supporto delle aree e degli insediamenti produttivi. È inoltre fondamentale che lo Stato confermi l’impegno assunto dal Ministro per il Sud, Barbara Lezzi, e dall’Amministratore Delegato di Invitalia, Domenico Arcuri, in ordine al sostegno economico per i Comuni, come quello di Foggia, che non sono nella condizione di anticipare le somme necessarie a far partire la progettazione esecutiva delle opere”.  

“La maggior parte dei 120 progetti proposti alla presidenza del Consiglio dei Ministri riguarda la nostra rete stradale, segno che è su questo che si concentra in larga parte il fabbisogno infrastrutturale della Capitanata – evidenzia il presidente della Provincia, Nicola Gatta –. Gli investimenti privati, oltre che la qualità della vita di chi risiede, studia, lavora e intraprende in questo territorio, sono evidentemente influenzati dal grande tema dell’accessibilità, da quella della costa fino a quella che riguarda le aree interne. La manutenzione ordinaria e straordinaria delle strade provinciali è infatti fattore determinante affinché cresca l’attrattività territoriale, siano valorizzate le iniziative imprenditoriali, sia reso pienamente fruibile l’immenso patrimonio culturale e turistico della provincia di Foggia. È in definitiva lo strumento attraverso cui mettere seriamente a profitto le nostre vocazioni e le nostre specificità”.

 

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento