SAN SEVERO – CI SCRIVE UN LETTORE – La città guidata da candidati dignitosi, umili, con maggiore esperienza umana, politica

2.166 visualizzazioni

riceviamo e pubblichiamo

CI SCRIVE UN LETTORE – (Parte Prima) San Severo, guidata da candidati dignitosi, umili, con maggiore esperienza umana, politica e soprattutto “pratica”, ha più di una possibilità (di Vincenzo Bellisario)

La partita elettorale di domenica 26 maggio, a San Severo, dovrebbero “giocarla” in due: il Centrodestra, da una parte, con Maria Anna Bocola, forte anche e soprattutto dell’ondata dirompente del suo Partito, la Lega (l’attuale primo Partito italiano), e di ben otto liste a supporto, e dall’altra parte, l’attuale Sindaco, Francesco Miglio, leader della coalizione di Centrosinistra, forte di ben cinque liste a supporto, con all’interno una serie di candidati assolutamente non indifferenti; sia considerando la storia personale, che quella professionale e politica. I 5S, la lista “alternativa” ai raggruppamenti di Centrodestra e Centrosinistra, in campo da circa dieci anni, a San Severo, e non solo, per varie motivazioni ormai tangibili da quasi tutti, ovunque, sia in Italia, che in Europa, sia a livello locale, che nazionale, che riguardano in primis la coerenza, e non solo, venuta a mancare praticamente in quasi tutto, non appena questi ultimi hanno iniziato ad amministrare, risultano MOLTO “deboli”. Al punto che a San Severo potrebbero “addirittura” NON superare la “percentuale doppia”, o superarla solo di qualche punto (per citarne qualcuna: dal no all’EURO, al sì all’EURO; dal no tap, al sì tap; dal no trivellazioni, al sì trivellazioni; dal no salva banche, al sì salva Carige; dal no condoni, al sì condono – Ischia e fiscali; dal no F35, al sì F35; dal no Ilva, al sì Ilva; dal no vax, al sì vax; dal mai con Salvini, al sì a Salvini; dal sì allo streaming, all’addio streaming; dal no alle TV ed ai media mainstream, al sì alle TV ed ai media mainstream – inoltre, un numero imprecisato di soggetti provenienti dai media mainstream, grazie ai 5S, hanno fatto ingresso nelle Istituzioni e in Parlamento, proprio con i 5S; dal no ad alleanze, al sì alle alleanze locali – oltre che sì ai “contratti”; dal sì alle dimissioni se indagati, al sì alle dimissioni… ma solo se gli indagati non sono dei 5S; dal no all’ALDE, al sì all’ALDE – per poi essere esclusi dall’ALDE stesso; l’ALDE, per intenderci, è la formazione per eccellenza che ha sposato senza se e senza ma l’attuale ideologia neoliberista che ci ha portato all’orrore degli ultimi 20-30 anni e quotidiana; quell’ideologia che insider investigativi provenienti dagli ambienti del “back-office” massonico ad altissimo livello, quelli che decidono tutto – oltre che Nobel per l’Economia, Ministri economici, monetaristi, macroeconomisti, ex banchieri centrali, reporter investigati economici e vari altri -, definiscono, per citarne qualcuna, ideologia “neo-aristocratica”, da “macelleria sociale”, “turbo-nazista”…; l’ALDE, per intenderci, è la formazione politica a cui si rifanno i vari Soros, Draghi, Junker, Monti, Bonino ed innumerevoli; Bonino, colei che propone lo STOP TOTALE alle spesa pubblica ma vive di soldi pubblici da circa 50 anni; l’ALDE, per intenderci, è la formazione politica che si rifà a tale Guy Verhofstadt… chi è? Leggetelo qui: https://www.paolobarnard.info/intervento_mostra_go.php?id=2133… non funziona così… ne parlò nel 2017, in maniera abbastanza articolata, anche Claudio Messora, uno dei grillini della prima ora, ed innumerevoli altri, che giustamente sono “fuggiti”: https://www.byoblu.com/2017/09/24/il-movimento-e-morto-viva-il-movimento/).

Qualcuno, magari molto “di parte”, dirà: «Ce l’ha con noi, ce l’ha con i grillini»… tutt’altro, sostengo l’attuale esperimento di Governo, per innumerevoli motivazioni e, per una serie ben dettagliata di fatti non di poco conto, che spiegherò con successivi articoli, spero e mi auguro possa arrivare alla sua “naturale scadenza”, al 2023. Inoltre, credo, ad oggi, che a livello nazionale, quello attuale, sia l’UNICO Governo possibile… ma signori grillini, dovete darvi una svegliata, e non gridare ai “complotti”, perché contro di voi, ad oggi, posso assicurarvelo, per una serie di motivazioni che attualmente considero irrilevanti da evidenziare, non esistono “complotti”… Quanto sopra altro non sono se alcune delle innumerevoli cose sotto gli occhi di tutti, avvenute in questi anni e negli ultimi mesi… non si può un giorno definirsi sovranisti, ed il giorno successivo essere a favore del mondialismo… non si può auto-consegnarsi le stelle e, successivamente, quando accadono delle cose “pesanti” a coloro che si sono auto-consegnati le stelle, dire: «Sì, ma allora il PDL ed il PD?» (sempre ammesso che auto-consegnarsi le stelle sia “cosa buona e giusta”… troppo facile!, tutti dicono di essere più competenti, migliori ed onesti, rispetto agli altri, lasciate giudicare agli “esterni” il vostro operato, non “auto-consegnatevi”…); se a Bagheria e a Gela, gli ultimi in ordine di tempo, Comuni importanti che avete amministrato ed ovviamente perso, prendete una MAZZATA, rispettivamente l’11 ed il 15%, non potete il giorno seguente uscire con una nota affermando di «non considerarla una sconfitta, in quanto i due Sindaci uscenti erano già stati espulsi dal Partito per vicende giudiziarie e politiche», altrimenti, le “altissime analisi” di Maurizio Gasparri, o di Pina Picierno, per citarne una, in confronto, risultano essere non “altissime”, ma addirittura “sublimi”, rispetto alle vostre; non potete essere un giorno decisamente contro gli sbarchi… poi, un giorno per gli sbarchi, ed un giorno forse per gli sbarchi; per poi essere nuovamente e decisamente contro gli sbarchi… soprattutto: non potete promuovere determinate tematiche, e poi inserire Fico, alla Camera (uno che ci sta quasi facendo “rimpiangere” la Boldrini); non si può passare dalla formula “uno vale uno”, al “decide il direttorio dei cinque”, per poi dire… «il capo politico, decide per tutti»; dall’uno vale uno, all’uno vale tutti… parliamo di oggettività, incontrovertibili, ma se tutte le volte che qualcuno ve le fa notare, al posto di cercare di comprendere ed aprire una “discussione” interna ampia, seria, per davvero, una volta per tutte, per decidere una “vera linea”, gli date contro, come le tifoserie… beh, allora andrete definitivamente a schiantare (ulteriori mie esternazioni, a riguardo, a 360 gradi, anche e soprattutto considerando l’attualità, quindi, voi e l’attuale esperienza di Governo, rivolte a coloro che amano i “dettagli”: http://italiaeilmondo.com/2019/02/24/dal-mondialismo-al-popolo-sovrano-conversazione-con-la-redazione-di-vincenzo-bellisario/?fbclid=IwAR293pWZP8FTiNzJ_a0Eq1T2YP8vf1P3reX2vhoO7OxOIvEUBS1RohEk-9M).

A San Severo, come se bastasse, si è venuto a creare un ulteriore problema, che ha lasciato sgomenti la quasi totalità… la quasi totalità di tutte le persone più attente, e non solo. La faccenda del Meetup Attivisti AltraCittà, che semplicemente non hanno accettato la “imposizione dall’alto” e che hanno democraticamente, legittimamente e pubblicamente deciso di NON appoggiare la lista 5S locale è stata strumentalizzata in malo modo (spero e mi auguro non sia stata compresa; consiglio una rilettura, bastano meno di 40 secondi). Sono nato e cresciuto in AltraCittà, prima ancora che quest’ultima, anni fa, decidesse di aderire al M5S, quindi, conosco benissimo le persone, di elevatissimo spessore, la storia, i programmi, le proposte, le denunce, i valori, i princìpi, la tipologia di comunicazione e quant’altro. Il comunicato del Meetup Attivisti AltraCittà (mi rivolgo direttamente al candidato Sindaco, professor Gianfranco Di Sabato) è a dir poco chiaro e non esiste alcuna tipologia di strumentalizzazione possibile (CONTINUA).

VINCENZO BELLISSARIO

 

Potrebbero interessarti anche...