FOGGIA – La città che vorrei’: gli studenti foggiani propongono ai candidati Sindaci le loro idee per il futuro. L’iniziativa a cura della Cisl

639 visualizzazioni
Gli studenti formulano la loro idea di città ai candidati Sindaci di Foggia e lo fanno attraverso una piattaforma simbolica, consegnata a chi si contende la guida del capoluogo dauno nelle lezioni del prossimo 26 maggio.
Le proposte dei giovani foggiani saranno presentate venerdì 17, alle ore 11:30, presso la Sala ‘B. Mazzi’ di via Trento 42, nel corso dell’incontro dal tema ‘La Città che Vorrei. Giovani protagonisti: Spazio alle Idee’.
L’iniziativa è della Segreteria Generale della Cisl di Foggia in collaborazione con l’Associazione Giovani della stessa Cisl, la SLP Cisl e la Cisl Scuola.
All’incontro prenderanno, con una delegazione di studenti, il Segretario Generale della Cisl di Foggia Carla Costantino, il promotore dell’iniziativa Andrea Prudente, il Segretario Generale SLp Cisl Foggia Antonio Lepore ed il Segretario Generale della Cisl Scuola di Foggia Maria Tibollo.
La piattaforma, che sarà inviata ai cinque candidati Sindaci di Foggia, contiene le idee per il futuro della città venute fuori dalle risposte che gli studenti degli istituti superiori hanno riportato nei questionari distribuiti nei giorni scorsi.
Una piattaforma digitale di servizi e idee, la riqualificazione dei quartieri e delle periferie, la manutenzione delle strade, l’impiantistica sportiva, la creazione di centri giovanili, la ristrutturazione del Teatro Mediterraneo per i concerti: sono questi i temi principali che interessano i ragazzi, temi che vorrebbero fossero al centro dell’agenda amministrativa del futuro Sindaco di Foggia.
“Credo che le proposte avanzate dagli studenti rappresentino una fetta dei bisogni della città – afferma Carla Costantino, Segretario Generale della Cisl di Foggia – ed è bello vedere quanta speranza e quante idee propositive ci siano nei pensieri delle giovani generazioni. Aver formulato questa piattaforma è un atto di fiducia che gli studenti consegnano al futuro primo cittadino, senza barriere ideologiche o di appartenenza, ma motivati solo dai loro desideri e dalle esigenze del loro vivere quotidiano”.

Potrebbero interessarti anche...