CAPITANATA – LOVECCHIO: “FONDO INDENNIZZO RISPARMIATORI AZZERATI DAI CRACK BANCARI”

525 visualizzazioni

UN ALTRO GRANDE RISULTATO DEL NOSTRO GOVERNO GRAZIE A UN EMENDAMENTO PRESENTATO AL DECRETO CRESCITA”

Il Fondo indennizzo risparmiatori azzerati dai crack bancari è un altro grande risultato del nostro Governo grazie a un emendamento presentato al Decreto Crescita. Come rilevato dal vicepremier Luigi Di Maio, il nostro non è il governo delle banche e delle multinazionali, ma il governo degli italiani. Tutti abbiamo lavorato affinché ancora più risparmiatori truffati dalle banche ricevano l’indennizzo che spetta loro. Dopo l’intervento nella vicenda della sanseverese Prontoprestito, che stava per configurarsi come il primo caso di “licenziamento di Stato” e i cui lavoratori rischiavano di rimanere disoccupati, pur a fronte dell’enormità della cifra stanziata dallo Stato a carico di tutti i cittadini per le banche dai passati esecutivi, solo per la mancata previsione nel decreto del 2017 di una clausola di salvaguardia occupazionale, potremo assicurare una nuova tutela per i risparmiatori truffati”.

È quanto afferma l’onorevole del M5S Giorgio Lovecchio, dopo l’emendamento al Decreto Crescita che nel calcolo del reddito Irpef 2018 consente l’accesso al Fondo indennizzo risparmiatori. La soglia dei 35mila euro per accedere al ‘binario’ automatico e più veloce verrà valutata escludendo prestazioni di previdenza complementare. L’emendamento prevede anche che per la soglia del patrimonio mobiliare di 100mila euro (elevabile a 200mila se la Commissione Ue sarà d’accordo), oltre ai titoli azzerati, non vadano computati i contratti di assicurazione a capitalizzazione o mista sulla vita.

“Anche nel territorio pugliese, dalla Banca Popolari di Bari passando per i derivati Mps, sono tanti i cittadini onesti che si sono visti vendere prodotti bancari spazzatura. A loro il nostro Governo consegna degli strumenti che potranno sollevare la condizione di ingiustizia subita”, conclude il parlamentare pentastellato. 

Potrebbero interessarti anche...