BASKET – CESTISTICA SAN SEVERO – FINAL FOUR DI MONTECATINI: ROSTER, DIRETTE, BIGLIETTI, TUTTE LE NOTIZIE UTILI

1.899 visualizzazioni

FINAL FOUR SERIE B 2019 OLD WILD WEST, IL CALENDARIO UFFICIALE

La formula di svolgimento del campionato di Serie B Old Wild West, con 3 promozioni in palio per accedere alla Serie A2, prevede che le 4 squadre vincitrici dei playoff nei diversi tabelloni si qualifichino per la fase finale del torneo, la Final Four di Serie B 2019 Old Wild West, ospitata per il quarto anno consecutivo dal PalaTerme di Montecatini Terme (Pt)sabato 15 e domenica 16 giugno.

Nella prima giornata si affrontano le vincenti dei tabelloni 1 e 4 e le vincenti dei tabelloni 2 e 3. Le squadre vincitrici dei primi due spareggi sono promosse in A2. Le due perdenti si sfidano il giorno dopo per la terza promozione in A2.

 SABATO 15 GIUGNO – FINALI PROMOZIONE

ORE 18.30           Super Flavor Milano-Unibasket Amatori Pescara

ORE 20.45           Agribertocchi Orzinuovi-Allianz Pazienza Cestistica San Severo

DOMENICA 16 GIUGNO – SPAREGGIO PROMOZIONE

ORE 18.00           Perdente Urania Milano/Pescara – Perdente Orzinuovi/San Severo

LA FINAL FOUR SERIE B 2019 OLD WILD WEST
IN DIRETTA YOUTUBE SU LNP CHANNEL

 Lega Nazionale Pallacanestro comunica che la Final Four Serie B 2019 Old Wild West sarà trasmessa in diretta YouTube in chiaro su LNP Channel (https://www.youtube.com/channel/UCgfaP8Vxua-zLKeegZOhzWQ), canale ufficiale di Lega Nazionale Pallacanestro. L’evento, ospitato per il quarto anno consecutivo dal PalaTerme di Montecatini Terme, assegnerà le tre promozioni alle Serie A2 2019/2020.

IL CALENDARIO

SABaTO 15 GIUGNO – FINALI PROMOZIONE

ORE 18.30           Super Flavor Milano-Unibasket Amatori Pescara

ORE 20.45           Agribertocchi Orzinuovi-Allianz Pazienza Cestistica San Severo

DOMENICA 16 GIUGNO – SPAREGGIO PROMOZIONE

ORE 18.00           Perdente Urania Milano/Pescara – Perdente Orzinuovi/San Severo

LA PRODUZIONE TELEVISIVA

Grazie alla preziosa partnership con Crionet (https://crionet.com/) partner televisivo di LNP a Montecatini, la produzione dell’evento sarà elevata su standard di primo livello, con ripresa multicamera, replay ed highlights. Telecronache affidate a Matteo Baccellini, commento tecnico degli allenatori Federico Campanella e Marco Andreazza e gli interventi da bordocampo curati da Federica Nannucci.

 DIRETTA CHANNEL SERIE B

Anche l’ultimo appuntamento stagionale di Serie B Old Wild West sarà quindi trasmesso su LNP Channel, nell’ambito del progetto “Diretta Channel Serie B”.

Giunta alla seconda stagione, l’iniziativa ha promosso la trasmissione del campionato cadetto in chiaro, con la produzione affidata alle Società aderenti e la consulenza tecnica di LNP.  L’obiettivo è stato valorizzare l’impegno di autoproduzione dei singoli Club e fornire agli appassionati un luogo di ritrovo dove poter seguire le vicende del torneo di Serie B. Sono state 216 le gare trasmesse nel campionato 2018/19, con 834.000 visualizzazioni complessive e quasi 100.000 spettatori singoli. Per un aumento globale delle visualizzazioni pari a circa il 400%, rispetto alla stagione 2017/18.

I  NUMERI DI AUDIENCE DELLE 4 FINALISTE

Le due gare più viste della stagione riguardano due squadre qualificate alla Final Four: al primo posto gara4 di finale Palestrina-San Severo con 26.200 visualizzazioni, a seguire gara4 di finale tra Pescara e Salerno con 23.000 views. San Severo occupa anche il terzo gradino per le partite con maggiori visualizzazioni, poco meno di 21.000 per gara5 di finale contro Palestrina.

Anche le altre due partecipanti all’evento di Montecatini hanno ottenuto numeri importanti: un picco di 11.000 visualizzazioni per gara3 di semifinale Vigevano-Orzinuovi ed oltre 10.000 per la decisiva gara5 di finale tra Omegna e Urania Milano.

Riguardo la distribuzione geografica stagionale degli spettatori, il 45% ha riguardato squadre del Sud, il 31% quelle del Nord ed il restante 24% delle visualizzazioni le squadre del Centro.

FINAL FOUR SERIE B 2019 OLD WILD WEST, I ROSTER DELLE FINALISTE

 SUPER FLAVOR MILANO

Nome e cognome             Anno di nascita          Altezza            Ruolo              Nazionalità

0          Alexander Simoncelli    1986                            188                  1                      ITA     
2          Giorgio Piunti               1990                            205                  4-5                  ITA

4          Daniel Perez                            1997                            185                  2                      DOM/ITA

8          Riccardo Santolamazza            1983                           195                  1                      ITA

10        Luca Albique                           1997                            197                  5                      ITA

11        Andrea Paleari                         1981                            202                  5                      ITA

14        Riccardo Scroccaro                 1997                           188                 2                      ITA

16        Andrea Scanzi             1988                            190                  2                      ITA

18        Giacomo Eliantonio                  1988                           206                 5                      ITA

20        Davide Toffali             1998                            192                  2                      ITA

30        Andrea Negri                           1988                            193                  2                      ITA

44        Jacopo Sedazzari                     2000                            180                  1                      ITA

Allenatore: Davide Villa

Assistenti: Niccolò Locati – Christian Merati

UNIBASKET AMATORI PESCARA

Nome e cognome             Anno di nascita          Altezza            Ruolo              Nazionalità

 

4          Flavio Gay                               1998                           184                  1-2                  ITA
5          Gianluca Carpanzano               1995                            188                  1-2                  ITA
6          Luca D’Eustachio                    1999                            178                  1                      ITA     
7          Alberto Serafini                       1993                            196                  3-4                  ITA     
10        Alessandro Potì                       1991                            192                  3                      ITA
12        Michele Caverni                      1996                            186                  1                      ITA
14        Francesco Di Donato               2000                            186                  2-3                  ITA     
17        Andrea Capitanelli                   1986                            208                  5                      ITA     
20        Ennio Leonzio              1994                            191                  2                      ITA
23        Domenico Fasciocco               2000                            197                  3-4                  ITA

76        Luca Pedrazzani                      1997                           200                  5                      ITA     
93        Marko Micevic                        1989                            202                  4-5                  ITA/SRB        

Allenatore: Stefano Rajola
Assistente: Matteo Di Iorio

 AGRIBERTOCCHI ORZINUOVI

 

  1. Nome e cognome             Anno di nascita          Altezza            Ruolo              Nazionalità

 

0          Andrea Tassinari                      1996                            182                  1                      ITA     

3          Bozidar Labovic                      2000                            193                  1-2                  MNE

5          Giacomo Siberna                     1996                            192                  2-3                  ITA

8          Lorenzo Varaschin                   1998                            197                  3                      ITA

10        Mirco Turel                             1994                            195                  2                      ITA

11        Mattia Mastroianni                   1994                            203                  3-4                  ITA

12        Lorenzo Galmarini                    1995                            200                  5                      ITA

15        Tommaso Bianchi                    1996                           193                  1                      ITA

19        Vincenzo Pipitone                    1994                            206                  4-5                  ITA

23        Marco Timperi                        1997                            194                  2-3                  ITA

Allenatore: Stefano Salieri

Assistente: Luca Di Gregorio

ALLIANZ PAZIENZA CESTISTICA SAN SEVERO

Nome e cognome             Anno di nascita          Altezza            Ruolo              Nazionalità

 

1          Riccardo Antonelli                   1988                            208                  5                      ITA

2          Fabrizio Piccone                      1998                            182                  1-2                  ITA

7          Nicolas Manuel Stanic 1984                            180                  1                      ITA

8          Massimo Rezzano                    1982                            205                  4-5                  ITA

9          Lorenzo De Zardo                   1999                            199                  3-4                  ITA

10        Simone Niro                            2002                            183                  1-2                  ITA

11        Alessio Attilio Magnolia           2001                            185                  1-2                  ITA

14        Emidio Di Donato                    1992                            198                  3-4                  ITA

16        Ivan Scarponi                          1986                            198                  3                      ITA

20        Antonio Ruggiero                     1981                            190                  2                      ITA

21        Guglielmo Sodero                    1993                            190                  2-3                  ITA

23        Goce Petrushevski                   2002                            198                  2-3                  ITA

33        Simone Sentinella                     2001                            177                  1-2                  ITA

70        Andrea Petracca                      1997                            197                  3-4                  ITA

Allenatore: Giorgio Salvemini

Assistenti: Nicolas Panizza – Giacomo Piersante

 FINAL FOUR SERIE B 2019 OLD WILD WEST, LE INTERVISTE AGLI ALLENATORI

 DAVIDE VILLA (Super Flavor Milano)

– Coach Villa, quali sono le condizioni di forma della sua squadra in vista della Final Four di Montecatini? Come state a livello fisico e psicologico?

– Ci portiamo sulle spalle un po’ di acciacchi avuti durante la stagione, ma stiamo bene emotivamente. Con Omegna abbiamo vinto una serie combattuta, dopo esserci trovati sotto 2-1. Il traguardo che abbiamo davanti ci dà molta carica, ci arriviamo mentalmente bene. A livello fisico stiamo discretamente, non abbiamo problemi particolari o gravi.

– Un giudizio sulla vostra stagione fino a questo momento. Era un vostro obiettivo arrivare a Montecatini?

– Il nostro obiettivo era dichiaratamente quello di giocarci il salto di categoria, e mantenere le aspettative è stata la nostra maggiore difficoltà. Ci sentivamo favoriti e questo ci ha dato non pochi problemi di crescita, specie nel girone di andata. Poi da gennaio ci siamo riassestati, con l’innesto di Perez e il recupero degli infortunati. Nei playoff probabilmente abbiamo espresso il nostro miglior basket. Stagione molto buona secondo me, considerando anche come eravamo messi a gennaio non era scontato arrivare fin qui.

– Il fatto di essere passati, vincendo, da una finale di playoff pochi giorni fa, è un aiuto?

– Se avessimo avuto meno tempo per recuperare avremmo potuto avere problemi a livello fisico, ora con una settimana di recupero credo che questo possa essere un aiuto per poter preparare al meglio la Final Four. Con Omegna è stata una sfida molto equilibrata ed energica, ed ora siamo pronti. Quando vinci una serie così hai comunque energie extra.

 – Come si arriva a partite del genere? In che modo vi state preparando per potervi esprimere al meglio nella Final Four?

– In una serie di playoff hai molti margini per poter modificare le cose e fare gli adeguamenti, in partita secca non puoi pensare a degli accorgimenti, devi avere in mente modifiche da fare al volo in partita. Devi avere un piano A, ma anche un piano B pronto, così da poter intervenire immediatamente.

– Quali sono le principali caratteristiche della vostra avversaria di sabato? Su quali aspetti tecnici e tattici vi state concentrando maggiormente?

– Pescara è squadra di talento, ha roster lungo e si è rafforzata durante l’anno. Ha giocatori di grande personalità e carattere, ed è pericolosa in particolare sugli esterni, che vivono di fiammate e che possono dare degli strappi decisivi. Inoltre hanno quattro lunghi importanti, a partire da Micevic e Capitanelli.

– Chi saranno i principali protagonisti della sfida? Quale può essere la chiave per potersi aggiudicare il confronto?

– Come detto dovremo porre attenzione ai loro esterni: Caverni, Leonzio, Potì, Carpanzano e Gay sono giocatori di grande qualità, capaci di accendersi con facilità. Non dobbiamo dimenticare poi che Pescara è squadra che ha fatto una buona regular season,  è cresciuta nei playoff ed è arrivata tra le prime quattro di Serie B con pieno merito.

 STEFANO RAJOLA (Unibasket Amatori Pescara)

– Coach Rajola, quali sono le condizioni di forma della sua squadra in vista della Final Four di Montecatini? Come state a livello fisico e psicologico?

“È logico che in questo momento della stagione, dopo un anno di lavoro, un po’ di stanchezza si possa avvertire. La Finale contro Salerno, ultimo impegno dei playoff, è stata molto dispendiosa dal punto di vista fisico ed emotivo. Ma la squadra sta bene, soprattutto mentalmente. Non potrebbe essere altrimenti, visto che ci apprestiamo a giocare la Final Four. Arriviamo a Montecatini con la consapevolezza di aver raggiunto un traguardo  molto importante all’interno del nostro percorso”

– Un giudizio sulla vostra stagione fino a questo momento. Era un vostro obiettivo arrivare a Montecatini?

“Se dovessi usare una parola per raccontare la nostra stagione, forse sceglierei crescita. Parlo sia di quella dei singoli che di quella collettiva, come squadra. Penso che la mia sia un’ottima squadra, ma ad inizio stagione non siamo partiti con l’obbligo di arrivare a Montecatini. Questo grande risultato è il giusto premio per quanto fatto. Abbiamo lavorato per raggiungere il massimo risultato possibile. Lo abbiamo fatto prima in estate, costruendo quella che secondo noi potesse essere la miglior squadra, poi a campionato in corso con due innesti per rinforzarci ulteriormente”.

– Il fatto di essere passati, vincendo, da una finale di playoff pochi giorni fa, è un aiuto? Il fatto di avere avuto più giorni di recupero può essere un vantaggio?

 “La serie contro Salerno ha contribuito ad aumentare ulteriormente la fiducia nei nostri mezzi. Aver avuto qualche giorno in più, forse, può rappresentare un piccolo vantaggio. Dico piccolo perchè chi ha chiuso la serie a gara 5 ha avuto una settimana e in questo arco di tempo si riescono a recuperare le energie fisiche e mentali. Giocare tante partite in pochi giorni, come nei playoff, rischia di farsi sentire anche nel recupero dei giorni successivi. Ma la Final Four è quel tipo di evento in cui la stanchezza sembra passare quasi in secondo piano rispetto all’obiettivo che si ha davanti”.

– Come si arriva a partite del genere? In che modo vi state preparando per potervi esprimere al meglio nella Final Four?

“Si arriva dopo 10 mesi di lavoro e con la voglia di coronare quanto costruito fino a qui. In partite di questo tipo conta molto l’aspetto mentale. Lo staff sta preparando al meglio i ragazzi da questo punto di vista per farli arrivare pronti e fargli capire cosa li aspetta. Sarà fondamentale evitare fonti di distrazioni e rimanere concentrati. Il focus deve essere solo ed esclusivamente sulla gara contro l’Urania Milano. Pensare che, nella peggiore delle ipotesi, si hanno due chance rappresenterebbe il modo peggiore possibile di avvicinarsi a sfide di questo tipo”.

– Quali sono le principali caratteristiche della vostra avversaria di sabato? Su quali aspetti tecnici e tattici vi state concentrando maggiormente?

“Mentre Omegna l’avevamo affrontata in Coppa Italia, contro Milano non abbiamo mai giocato. Questo, forse, non aiuta. Ma stiamo studiando i nostri avversari. Sono una squadra esperta ed il fatto di poter contare su giocatori che hanno già disputato gare di questo tipo può essere decisivo. In più, fanno della fisicità e dell’intensità difensiva i loro punti di forza. Dovremo cercare di fronteggiare questi aspetti”

– Chi saranno i principali protagonisti della sfida? Quale può essere la chiave per potersi aggiudicare il confronto?

“In una partita secca può essere protagonista anche uno dei giocatori che meno ci si aspetta. Devo ammettere che fare una previsione su sfide di questo genere è molto difficile. Cosa dirò ai ragazzi? Se dovessi dirgli state tranquilli sarebbe banale. Gli dirò che sarà fondamentale fare bene le cose che abbiamo preparato. Vincerà chi riuscirà a stare più concentrato evitando tutti i fattori di distrazione possibili”.

 STEFANO SALIERI (Agribertocchi Orzinuovi)

– Coach Salieri, quali sono le condizioni di forma della sua squadra in vista della Final Four di Montecatini? Come state a livello fisico e psicologico?

– Arriviamo con tanto entusiasmo, la nostra è squadra giovane, cresciuta durante la stagione in modo esponenziale. Importante aver conquistato il primato in stagione regolare, che ci ha consentito di giocare in casa la decisiva gara 5 contro Cesena.

– Un giudizio sulla vostra stagione fino a questo momento. Era un vostro obiettivo arrivare a Montecatini?

– La Final Four è frutto del tanto lavoro fatto durante l’anno: i ragazzi hanno lavorato bene a livello fisico con il lavoro del professor Lopetuso. La squadra è totalmente nuova, era partita per un buon campionato e ha acquisito personalità e convinzione durante l’anno.

– Il fatto di essere passati, vincendo, da una finale di playoff pochi giorni fa, è un aiuto?

– Cesena era la squadra favorita del nostro girone e l’ha dimostrato sul campo. Sono state 5 gare molto combattute, ne siamo usciti bene, di 7 gare contro Cesena, compresa la stagione regolare, ne abbiamo vinte 5. È stato un buon viatico in vista dell’impegno con San Severo, probabilmente la miglior squadra di questa Final Four.

 – Come si arriva a partite del genere? In che modo vi state preparando per potervi esprimere al meglio nella Final Four?

– Non varia granchè la preparazione, abbiamo affrontato tutte le partite playoff come se fossero l’ultima, senza fare calcoli o altro. Abbiamo sempre avuto grande rispetto e considerazione per i nostri avversari, mantenendo la giusta concentrazione.

– Quali sono le principali caratteristiche della vostra avversaria di sabato? Su quali aspetti tecnici e tattici vi state concentrando maggiormente?

– San Severo è squadra che si presenta da sola, già l’anno scorso aveva conquistato la Final Four. Ha un quintetto molto esperto, con giocatori come Stanic, cresciuto molto nei playoff, Ruggiero, Rezzano, Di Donato, Scarponi, ed è completa in ogni reparto. Dovremo mettere le nostre migliori caratteristiche e alzare il nostro livello di concentrazione e attenzione, con una cura per i particolari.

– Chi saranno i principali protagonisti della sfida? Quale può essere la chiave per potersi aggiudicare il confronto?

– Dovremo avere lucidità e presenza, essere attenti a rimanere in partita fino alla fine. San Severo può dare spallate importanti alla partita, ha giocatori come Scarponi che possono dare fiammate. L’obiettivo è di rimanere attaccati e provare a giocarcela con molta attenzione per quelle piccole cose che alla fine possono fare la differenza. In ogni caso arriviamo carichi e determinati per la sfida.

 GIORGIO SALVEMINI (Allianz Pazienza Cestistica San Severo)

– Coach Salvemini, quali sono le condizioni di forma della sua squadra in vista della Final Four di Montecatini? Come state a livello fisico e psicologico?

“Le condizioni della squadra sono quelle di chi arriva da un anno di lavoro. Stiamo bene, ma abbiamo qualche acciacco che è fisiologico in questo periodo della stagione. Tuttavia, la stanchezza passa in secondo piano quando davanti a te hai un obiettivo così importante come quello della Final Four. Abbiamo lottato per tornare a Montecatini e siamo dove volevamo essere”.

– Un giudizio sulla vostra stagione fino a questo momento. Era un vostro obiettivo arrivare a Montecatini?

“È stata una stagione eccellente, in cui abbiamo mantenuto sempre un’idea molto chiara. Volevamo tornare a Montecatini. Abbiamo programmato e costruito questa stagione in quest’ottica. Adesso arriviamo alla Final Four dopo una regular season in cui abbiamo perso una sola partita e dopo i playoff in cui abbiamo giocato da grande squadra. Le serie con HSC Roma e Matera sono state importanti. Così come quella con Palestrina, una delle migliori squadre della Serie B. Sono orgoglioso dei giocatori, della società e del pubblico”.

– Il fatto di essere passati, vincendo, da una finale di playoff pochi giorni fa, è un aiuto?

 “La gara 5 contro Palestrina ci ha aiutato a prepararci mentalmente alla battaglia di Montecatini. Avevamo qualche acciacco, eppure abbiamo vinto. Dovremo ricordarci della solidità mostrata in quella serie nel momento in cui dovesse presentarsi qualche criticità. Dovremo essere bravi ad incanalare le energie. Questo è uno sport di meccanizzazione e ripetizioni. Non solo tecniche ma anche emotive. Per questo la vittoria contro Palestrina ci permette di arrivare al meglio a Montecatini”.

– Come si arriva a partite del genere? In che modo vi state preparando per potervi esprimere al meglio nella Final Four?

“Dopo un anno di lavoro, stiamo insistendo sull’aspetto emotivo. Dovremo essere bravi ad incanalare le energie nella casella della positività. Giocare una sfida di questo tipo deve essere vissuto come un privilegio, altrimenti si rischia di scendere in campo con la paura. E questa ti blocca e ti stritola. L’anno scorso siamo arrivati a Montecatini dopo un percorso a luci spente. Quest’anno, invece, siamo partiti subito con gli abbaglianti facendo capire dall’inizio quale fosse il nostro obiettivo. È logico che avere giocatori che hanno già disputato gare di questo tipo possa aiutare, ma ogni Final Four ha una storia a sé”.

– Quali sono le principali caratteristiche della vostra avversaria di sabato? Su quali aspetti tecnici e tattici vi state concentrando maggiormente?

“Orzinuovi è una squadra che ha talento tecnico e fisico ed è allenata in maniera eccellente. Possono contare su individualità importanti e hanno un sistema di gioco ben preciso. Hanno disputato un campionato strepitoso, chiudendo la Finale a gara 5. Credo che per loro, come per noi, la serie dell’ultimo turno dei playoff sia stata fondamentale per arrivare preparati a questa sfida. È giusto che Orzinuovi sia alla Final Four per il percorso fatto. A Montecatini ci sono quattro grandi squadre e questo non può che contribuire a tenere alto il livello dell’evento”.

– Chi saranno i principali protagonisti della sfida? Quale può essere la chiave per potersi aggiudicare il confronto?

“Preferisco pensare che possa essere la squadra a fare la differenza. Certo, all’interno di essa ci sono delle individualità che vengono messe in luce, ma queste emergono solo grazie al lavoro fatto dalla squadra. Dovremo essere bravi a pescare le individualità giuste nei momenti giusti. Molto della vittoria finale passerà da questa gestione e da quella del ritmo. Noi e Orzinuovi abbiamo due ritmi diversi e credo che chi saprà dettarlo, per esprimere al meglio le proprie caratteristiche, sarà il favorito per la vittoria finale”.

 Interviste a cura di:

Guido Cappella e Andrea Bonomo

Area Comunicazione

Lega Nazionale Pallacanestro

FINAL FOUR SERIE B 2019 OLD WILD WEST, LA BIGLIETTERIA

I tagliandi per assistere alle gare della Final Four di Serie B 2019 Old Wild West sono disponibili online sul circuito Vivaticket, fino alle 24.00 di venerdì 14 giugno, al seguente link: https://www.vivaticket.it/ita/tour/old-wild-west-final-four-serie-b-2019/2108.  

Nelle giornate di sabato 15 e domenica 16 la vendita avverrà esclusivamente presso le biglietterie del PalaTerme.

Questi i prezzi dei biglietti:

SABATO 15

POLTRONCINE NUMERATE  € 25,00 + DIRITTI DI PREVENDITA E COMMISSIONI DI SERVIZIO            – RIDOTTO UNDER 18 € 12,00          

TRIBUNE NON NUMERATE   € 12,00 + DIRITTI DI PREVENDITA E COMMISSIONI DI SERVIZIO            – RIDOTTO UNDER 18 € 6,00            

DOMENICA 16

POLTRONCINE NUMERATE  € 20,00 + DIRITTI DI PREVENDITA E COMMISSIONI DI SERVIZIO            – RIDOTTO UNDER 18 € 10,00

TRIBUNE NON NUMERATE   € 10,00 + DIRITTI DI PREVENDITA E COMMISSIONI DI SERVIZIO            – RIDOTTO UNDER 18 € 5,00            

OMAGGIO FINO A 10 ANNI

I biglietti valgono per la singola giornata. I biglietti ridotti Under 18 saranno in vendita esclusivamente presso le biglietterie del PalaTerme, previa presentazione di documento di identità.

Le tessere Siae sono valide fino a un massimo di 50 previa richiesta scritta a info@legapallacanestro.com.
Le tessere LNP non sono valide.

INFORMAZIONI TURISTICHE/PACCHETTI OSPITALITÀ

Per informazioni su ospitalità e sulle attrattive turistiche, i  tifosi, gli addetti ai lavori e tutti coloro che vorranno soggiornare a Montecatini in occasione della Final Four Serie B 2019 Old Wild West (15-16 giugno) possono consultare la sezione “Travel Kit” nell’apposita sezione all’interno del sito LNP:

http://www.legapallacanestro.com/final-four-2019/travel-kit

UNIVERSIADE NAPOLI 2019, LNP ADERISCE ALLA CAMPAGNA DI PROMOZIONE

Lega Nazionale Pallacanestro aderisce alla campagna di promozione della 30^ edizione della Summer Universiade. In occasione della Final Four Serie B 2019 Old Wild West, in programma sabato e domenica a Montecatini Terme, infatti, gli atleti delle quattro squadre che si contenderanno le 3 promozioni in Serie A2 utilizzeranno una t-shirt dedicata all’evento durante la fase di riscaldamento.

La Summer Universiade, la più grande manifestazione multisportiva, seconda solo alle Olimpiadi, è in programma in Campania dal 3 al 14 luglio 2019.

Novemila tra atleti universitari e delegati provenienti da 128 Paesi, diciotto le discipline coinvolte e molti campioni dello sport italiano e internazionale. Dal 3 all’11 luglio si svolgeranno le gare di pallacanestro presso gli impianti: Paladelmauro di Avellino, Palabarbuto di Napoli, Palajacazzi di Aversa (CE), Palacercola di Cercola (NA). Le finali femminili si terranno il giorno 10 presso il Palabarbuto e le finali maschili si terranno il giorno 11 presso il Paladelmauro.

Per info e curiosità universiade2019napoli.it, Facebook e Instagram @napoli2019.

Lo sport mondiale è protagonista con Napoli 2019 Summer Universiade.

tROFEI LNP 2018-2019, I VINCITORI PER LA SERIE B OLD WILD WEST

Lega Nazionale Pallacanestro comunica i vincitori della quarta edizione dei Trofei LNP per la Serie B Old Wild West, i riconoscimenti che ogni anno LNP assegna ai migliori interpreti della regular season del campionato attraverso una votazione da parte dei presidenti, allenatori e capitani dei Club di Serie B Old Wild West.

MIGLIOR GIOCATORE

Successo per Alessandro Grande (Paffoni Omegna), primo con 67 voti. Per il ventiquattrenne playmaker rossoverde, MVP anche della LNP Coppa Italia Old Wild West 2019, vinta dalla sua Omegna, una stagione regolare da 14.3 punti, 4.8 rimbalzi e 4.3 assist a partita. Secondo Giacomo Dell’Agnello (Witt Acqua San Bernardo Alba) che con 64 voti ha preceduto Giacomo Gurini (Goldengas Pallacanestro Senigallia), terzo a quota 47.

MIGLIOR UNDER 22 ADIDAS

Con 100 voti, Lorenzo Raffaelli si aggiudica il premio riservato ai nati nel 1997 e seguenti, targato adidas. Il playmaker della Use Computer Gross Empoli, classe 1999, ha disputato una regular season da 14.9 punti, 3.6 rimbalzi e 2.4 assist a partita. Al secondo posto con 94 voti, Daniel Perez (Super Flavor Milano), che lo scorso anno si era classificato in terza posizione. Sul podio anche Simone Aromando (Adriatica Press Teramo), con 83 voti.

MIGLIOR ALLENATORE

Il più votato tra gli allenatori è Marco Andreazza (Solbat Basket Golfo Piombino). Andreazza, impegnato nelle semifinali playoff dopo aver conquistato il secondo posto del girone A con 22 vittorie su 30, si è aggiudicato il riconoscimento con 175 voti, precedendo Stefano Salieri (Agribertocchi Orzinuovi), secondo come nell’edizione 2017-2018, con 158 voti, ed il vincitore dello scorso anno, Giorgio Salvemini (Allianz Pazienza Cestistica San Severo), oggi terzo con 54.

I trofei relativi alla Serie B Old Wild West saranno consegnati sabato 15 giugno, in occasione della prima giornata della Final Four Serie B 2019 Old Wild West.

Tutte le informazioni sulla Final Four Serie B 2019 Old Wild West sono disponibili nella sezione del sito LNP dedicata all’evento, al seguente link:

http://www.legapallacanestro.com/final-four-2019

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento