FOGGIA – E’ operativa la ‘Navetta della Dignità’, il servizio di trasporto per i braccianti in provincia di Foggia, attivato dall’Anolf con la Fai Cisl e la Cisl

345 visualizzazioni
E’ operativa la ‘Navetta della Dignità’, il servizio di trasporto per i braccianti in provincia di Foggia, attivato dall’Anolf in collaborazione con la Fai Cisl e la Segreteria Generale Cisl. Favorirà, anche, l’integrazione e la mediazione interculturale.
Ha preso il via il servizio La Navetta della Dignità, attività di trasporto dei braccianti agricoli da e per il posto di lavoro, operato dall’ANOLF di Foggia in collaborazione con la FAI Cisl e la Segreteria Generale della CISL di Foggia.
Il servizio ha lo scopo di fornire una agevolazione reale e concreta per i braccianti ed in particolare una tutela delle esigenze dei migranti, favorendo la loro integrazione attraverso una iniziativa di solidarietà sociale e di crescita del tessuto sociale del territorio dauno.
La Navetta della Dignità può permettere la costruzione di relazioni con le lavoratrici ed i lavoratori per aiutarli, per far emergere la loro situazione e per supportarli da un punto di vista socio-sanitario e giuridico.
Il servizio garantisce il trasporto di lavoratori agricoli con regolare contratto di lavoro presenti nelle periferie della provincia di Foggia.
L’Anolf – Associazione Nazionale Oltre Le Frontiere – presta assistenza ai migranti in difficoltà soprattutto dove si nota un forte disagio abitativo e sociale. In più, offre mediazione linguistico-culturale, corsi di lingua, laboratori interculturali, assistenza legale, assistenza per il ricongiungimento familiare e per la richiesta di rilascio o rinnovo del Permesso di Soggiorno.
“E’ uno sforzo per aiutare coloro che hanno difficoltà a raggiungere il posto di lavoro dal proprio luogo di residenza e viceversa e rientra nella serie di interventi di contrasto al caporalato richiesti a gran voce nel corso degli ultimi mesi – afferma Carla Costantino, Segretario Generale della Cisl di Foggia – Predisporre un servizio di trasporto, infatti, significa tutelare la dignità lavorativa dei braccianti e favorire una reale integrazione”.
“I lavoratori dei campi meritano il riconoscimento di dignità personale, senza distinzione di nazionalità – aggiunge Lorenzo Di Varsavia, Segretario Generale della FAI Cisl di Foggia – Il nostro impegno quotidiano ha il significato di favorire tutte le espressioni di legalità e regolarità”.
“Credo che sia indispensabile approntare gli strumenti necessari per consentire l’integrazione nel lavoro e nella società – sottolinea Diego De Mita, Presidente Anolf di Foggia – Per questo, pratichiamo azioni di recupero e di socializzazione e servizi come La Navetta della Dignità che allontanano dall’illegalità”.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento