CALCIO – ECCELLENZA – San Severo-Corato 0-7. Situazione drammatica, bisogna svoltare

666 visualizzazioni

Leonetti e Camasta sugli scudi. Corato con il vento in poppa in Capitanata e testa della graduatoria consolidata. Roboante vittoria al “Ricciardelli” di San Severo: in scioltezza gli uomini del tecnico Fabio Di Domenico in casa del fanalino di coda del campionato. Il San Severo, con gran parte della formazione formata dai ragazzi della Juniores, nulla hanno potuto contro lo strapotere della formazione neroverde che ha comandato fin dai primi minuti e cercando la vittoria fin dall’inizio della gara

AT SAN SEVERO-CORATO 0-7

SAN SEVERO (4-4-2): Domingo (36′ st Ouro), Columpsi, Carriera, Sarcinelli (34′ st Miglio), Zumbo, Villani, Vigliotti (14′ st Iascone), Del Fuoco (28′ st Carlino), Morra, Konè, Cakoni. 

CORATO (4-3-3): Addario (24′ st Fortunato), Zagla, Santoro (24′ st Maselli), Caputo, Vergori, Camasta, Quarta (18′ st Di Federico), D’Arcante, Agodirin (2′ st Leonetti), Falconieri, Quaquarelli (12′ st Antonicelli). All. Fabio Di Domenico

ARBITRO: Mallardi di Bari

RETI: 11′ pt e 1′ st Camasta, 32′ pt Falconieri, 13′ st, 23′ st e 26′ st Leonetti, 32′ st Di Federico

SAN SEVERO – Leonetti e Camasta sugli scudi. Corato con il vento in poppa in Capitanata e testa della graduatoria consolidata.  Il San Severo, con gran parte della formazione formata dai ragazzi della Juniores, nulla hanno potuto contro lo strapotere della formazione neroverde che ha comandato fin dai primi minuti e cercando la vittoria fin dall’inizio della gara. Camasta e Falconieri portano al doppio vantaggio la squadra di Di Domenico al riposo. Poi nella ripresa entra Leonetti e nel giro di pochi minuti collezione la sua personale tripletta. Un San Severo che non riesce a raddrizzare la sua stagione. Diversi calciatori sono andati via, ora i tifosi sperano nel calaciomercato dicembrino per rinforzare l’organico, ma la classifica parla da sola e ad oggi la situazione appare davvero drammatica. da domenica prossima non si può sbagliare ancora e la retrocessione diretta potyrebbe essere una brutta realtà con largo anticipo. Un vero e proprio peccato per una società che solo un paio di anni fa ha disputato ben cinque campionati consecutivi di Serie D.

Potrebbero interessarti anche...