PESCARA – Un 20enne di San Severo preso a cinghiate fuori da un locale: frattura al cranio, operato per 4 ore, indaga la Squadra Mobile

2.169 visualizzazioni

Un giovane studente universitario di San Severo è stato aggredito e ferito gravemente a cinghiate da un gruppo di ragazzi a Pescara.
Il fatto è avvenuto lo scorso giovedì sera in via Bologna fuori da un locale dove il 20enne era stato in compagnia di alcuni amici.

In base alla ricostruzione di quanto avvenuto (come raccontato dal padre al quotidiano “Il Centro”), il ragazzo sarebbe stato aggredito per futili motivi da un gruppo di giovani mentre era in fila per acquistare un panino prima di rientrare a casa.

Una parola di troppo e sarebbe scattata la violenza: il giovane sarebbe stato colpito più volte alla testa con la fibbia di una cintura. Scattato l’allarme sul posto sono giunte le volanti della polizia e un’autoambulanza. Ma solo dopo il rientro a casa il giovane ha deciso di recarsi in ospedale visto il persistere del mal di testa. Dalla Tac è emersa la frattura al cranio e l’intervento chirurgico è stato inevitabile. Adesso il giovane è ricoverato nel reparto di Neurochirurgia.

Dopo la denuncia presentata dai familiari gli agenti della Squadra Mobile, diretti da Dante Cosentino, stanno indagando sul caso per risalire ai responsabili di questa aggressione.

fonte ilpescara.it

Potrebbero interessarti anche...