LUCERA – UN COMUNCATO DEL COMUNE PER LO STATO DI SALUTE DEI CANI PRESSO IL CANILE MUNICIPALE DI VIALE OVIDIO

1.209 visualizzazioni

COMUNCATO IN MERITO ALLO STATO DI SALUTE DEI CANI OSPITATI PRESSO IL CANILE MUNICIPALE DI VIALE OVIDIO GESTITO DALL’ASSOCIAZIONE NOGRA DI TORREMAGGIORE

Pubblicata il 02/12/2019

 

Si riscontrano negli ultimi giorni sui vari social alcune notizie relative allo stato di salute dei cani di proprietà del Comune di Lucera  ospitati presso il canile municipale di viale Ovidio, nella fattispecie presunte situazioni di malnutrimento  e condizioni di sofferenza degli stessi cani.
Per una informazione trasparente e  veritiera rivolta non solo a coloro che hanno a  cuore le sorti dei nostri amici a quattro zampe ma anche a tutta la cittadinanza si comunica che per i 91 cani ospitati in detta struttura  non esiste alcuna condizione di malnutrimento e neppure alcuno stato di sofferenza.   
Il Comune di Lucera ha da tempo attuato varie iniziative tese al benessere degli animali che di seguito si riportano.
Il canile municipale di Lucera è  ubicato nel sito dell’ex macello comunale, un sito che poco si adatta alle finalità di canile. Sin dal 2010 erano presenti in detta struttura un numero di cani superiore a 200. Questa Amministrazione consapevole proprio della non idoneità di  detto sito, nell’attesa della costruzione di un  nuovo canile, ha deciso, con uno sforzo economico notevole, di trasferire il maggior numero possibile di  cani presso altre strutture. Con questi trasferimenti presso il canile Enpa di Torremaggiore si è arrivati al numero attuale di 91 cani. Le operazioni di trasferimento presso la struttura Enpa di Torremaggiore o di altre strutture che assicurino il totale benessere dei cani di proprietà del Comune di Lucera, sono ancora in essere.  Presso il canile municipale opera in modo continuativo, a seguito di regolare gara,  la dottoressa Veterinaria Maria Roncetti. Il suo apporto professionale  e la sua dedizione alla cura dei cani presenti è preziosa. L’Ente comunale proprio al fine di monitorare la condizione di salute dei cani ospitati ha chiesto alla dottoressa Roncetti che vengano sistematicamente inviate delle relazioni sull’andamento dello stato di salute dei cani. Di seguito si riporta, testualmente, parte dell’ultima relazione a firma della dottoressa datata 31 Ottobre 2019 (circa un mese fa): “In data 17/10/2019, sono stati consegnati da parte della XXXXXX (nome della ditta dove sono stati acquistati i farmaci oscurato per la privacy) s.r.l. (D.D.T. n° 288 13, del 16/10/2019) i farmaci e il materiale di seguito elencato:
  • NOBIVAC Ceppi SC 50FL PET 1D: 2 PZ;
  • NOBIVAC L4 SC 50FL 1ML 1D: 4 PZ;
  • Milbemax BLU 50 CPR CANI: 3 PZ;
  • REY GUANTO LATTICE S/POL L0: 500 PZ;
  • REY GUANTO LATTICE S/POL M0: 500 PZ;
  • REY MASCHERINA CHIRURGICA POLIPROPILENE TRE STRATI VERDE: 250 PZ;
  • REY SIRINGA C/AGO 22G 5 ml: 500 PZ.
Nel mese di ottobre sono state svolte le seguenti attività cliniche:
  • visite cliniche periodiche di tutti i soggetti presenti in canile;
  • monitoraggio e terapia di mantenimento dei soggetti affetti da Leishmaniosi;  
  • visita clinica, diagnosi e terapia di alcuni cani affetti da problematiche dermatologiche;
  • visita clinica, diagnosi e terapia di alcuni cani affetti da problematiche neurologiche;
  • visite di controllo a tutti i soggetti affetti da patologie croniche, quali artrosi, insufficienza renale,  epatica e/o cardiaca.
  • trattamento antielmintico di massa con Milbemax, in data 19/10/2019. 
  • profilassi vaccinale di massa con Nobivac Ceppi  e Nobivac L4, in data 19/10/2019.
Tali trattamenti saranno ripetuti a 4 settimane. A parte i soggetti menzionati nelle precedenti relazioni e le problematiche strutturali del rifugio, il resto dei cani sono in buone condizioni di salute e di gestione”.          
Da detta relazione si evince che tutti i cani sono stati sottoposti a vaccinazioni e cure  e che agli stessi operatori presenti sono stati forniti strumenti atti ad elevare gli standard di igiene e sicurezza sul lavoro.
Altra iniziativa messa in atto è il contrasto su tutto il territorio comunale, zone rurali comprese, al fenomeno del maltrattamento e dell’abbandono  dei cani. Il Comune di Lucera, partecipando ad un progetto del Ministero degli Interni, si è aggiudicato un importo di € 7.996,00 che sarà utilizzato per continui e ripetuti sopralluoghi da parte del Comando dei Vigili Urbani di Lucera. Cioè pattuglie dei Vigili Urbani saranno presenti sul territorio per verificare, controllare ed intervenire in tutti i casi  dove i cani siano in situazione di pericolo.    
Ed ancora come non parlare del “CHIPDAY”  del 6 Ottobre 2019 organizzato dal Comune di Lucera, dall’Asl Veterinaria e dall’Associazione Nogra. In detta manifestazione il Comune di Lucera e l’Asl Veterinaria  hanno offerto, gratuitamente la microcippatura di tutti i cani  accompagnati dai loro padroni.
In questi ultimi giorni, a causa delle piogge, saranno effettuati nel piazzale antistante esterno del canile delle opere di sistemazione breccia al fine di colmare le pozzanghere formatesi. Si specifica però  che tutti i cani hanno cucce in luoghi protetti ed asciutti.
Le uniche difficoltà incontrate in queste ultime settimane hanno come fonte il proclamato dissesto finanziario  che obbliga l’Ente comunale ad adottare limiti nelle liquidazione degli importi  delle prestazioni rese al Comune. Alcuni importi saranno pagati con ritardo ma, attenzione, con un impegno straordinario da parte degli Uffici Randagismo ed Economico finanziario, sono state messe in liquidazione le somme sufficienti all’acquisto degli alimenti per i cani del canile municipale. Si evidenzia che i pagamenti torneranno ad essere regolari nel mese di Gennaio p.v. 
Sarebbe certamente auspicabile la costruzione di un nuovo canile comunale, è negli intendimenti di questa Amministrazione, ma bisogna tener conto delle ingenti risorse economiche necessarie  per realizzarlo. 
Condivise tutte queste realtà non resta che invitare i cittadini  a verificare   con i propri occhi la situazione del canile municipale di Lucera, onde evitare il diffondersi di  informazioni non corrispondenti  al reale stato di salute dei cani ospitati. Basta rivolgersi all’Ufficio Randagismo sito in Via Salvo d’Acquisto civico n.8 primo piano per essere accompagnati al canile municipale di Lucera. 
 

 LA DIRIGENTE DEL V SETTORE                    L’ASSESSORE AL RANDAGISMO                   IL SINDACO
  Dott.ssa Domenica FRANCHINO                          Rag.Nicola DI BATTISTA                     Geom. Antonio TUTOLO

Potrebbero interessarti anche...