SAN SEVERO – Made in San Severo, a dicembre i laboratori di legalità sono in scena!

2.706 visualizzazioni

Made in San Severo, a dicembre i laboratori di legalità sono in scena!

A dicembre i laboratori del Progetto Made in San Severo si aprono alla cittadinanza con  iniziative teatrali, multimediali e di rigenerazione urbana: un’occasione per dibattere sui temi della legalità, della cittadinanza attiva e promuovere i valori positivi della nostra cultura locale.

Il progetto made in San Severo è finanziato dalla Regione Puglia  e promosso dal Comune di San Severo in partenariato con altre realtà del territorio quali le Cooperative Fortore Habitat e Agape, l’ente di Formazione Smile Puglia ed il Consorzio Mestieri,  ha come obiettivo quello di realizzare un percorso di sensibilizzazione e di animazione territoriale rivolta a tutta la cittadinanza, attraverso il coinvolgimento diretto di almeno 30 cittadini del comune di San Severo che, attraverso un percorso formativo, diventeranno “testimonials della legalità” per promuovere l’antimafia nel nostro territorio.

 

I percorsi di formazione e laboratoriali attivi ( teatro e web radio, rigenerazione urbana e cucito creativo, corso di cucina) prevedono una serie di momenti di apertura alla cittadinanza, che, a partire da dicembre e per tutto il 2020, si snoderanno attraverso molteplici iniziative sul territorio.

Nel periodo natalizio sono infatti previsti: 

-il 16 dicembre dalle 9,00 alle 12,00, laboratorio di sartoria creativa e rigenerazione urbana  presso la Casa di Babbo Natale (in collaborazione con la Consulta delle associazione di San Severo)

– il 18 dicembre, presso la Biblioteca “Minuziano” andrà in scena la prima rappresentazione teatrale “Nel cestino di Cappuccetto Rosso”,  che coinvolgerà gli studenti della scuola primaria: si tratta della drammatizzazione, rivisitata in chiave “sociale” , della nota  favola. 

Come ci spiega il docente di Teatro sociale, Gigi MInischetti: “ Lo spettacolo parla di cibo, ma anche di legalità. Cappuccetto Rosso porta nel suo cestino prodotti locali e genuini per condividerli con sua nonna. Un bell’esempio di scambio intergenerazionale e di solidarietà. Durante lo spettacolo però assistiamo all’intervento molesto del lupo cattivo. Come possiamo reagire alla violenza e alla prevaricazione? 

Bella domanda… Noi di Made in San Severo, con i nostri 30 chef campioni di legalità, proviamo a dare una risposta, attraverso le nostre ricette, costruendo una piccola comunità capace di reagire con la conoscenza e con il dialogo ad ogni forma di aggressione, favorendo così la pace e la giustizia con percorsi di inclusione lavorativa e sociale.”

“Le nostre attività sono varie”, continua la referente del laboratorio di Sartoria creativa Rosy Tomasone  “ma tutte accomunate dall’amore per la nostra città. I costumi e le scenografie dello spettacolo sono stati realizzati dai laboratori di Sartoria e di Rigenerazione Urbana sempre all’interno dello stesso progetto. Mentre i corsi di Cucina hanno completato la formazione degli Chef attori.” 

 

Ma la drammatizzazione teatrale non è l’unica attività che si realizzerà il giorno 18 dicembre, come  riferisce il coordinatore dei laboratori, lo psicologo sociale Francesco D’Andrea “nell’occasione sarà realizzata la prima registrazione on air del laboratorio di Web Radio” per cui avremo una vera e propria postazione Radio all’interno della Biblioteca, con tanto di microfoni, cuffie, console e speakers. Tutto ciò è possibile grazie al grande impegno dei benficiari e del nostro esperto di Web Radio Rocco Franchelli. Ringraziamo davvero di cuore la Direttrice della Biblioteca comunale Minuziano dott.ssa Grimaldi per l’ospitalità e l’accoglienza . 

 Il corso web radio è uno strumento che stiamo creando per donare alla città un mezzo attraverso il quale raccontare il territorio e raccontarsi, perchè sarà una radio istituzionale aperta alla partecipazione di studenti, associazioni e cittadini attivi.

“A conclusione , sono inoltre previste ulteriori attività dedicate all’economia della bellezza finalizzati alla conoscenza del territorio in collaborazione con il Museo dell’Alto Tavoliere:

– il 20 dicembre è stata organizzata una visita guidata per il centro storico

– il 27 dicembre i beneficiari parteciperanno ad una visita guidata al MAT 

 

A tal proposito, precisa la dott.ssa Daniela Ugliola, coordinatrice del progetto:

“Questo percorso vuole condurre, anche attraverso un affiancamento tecnico,  alla realizzazione progressiva di un team promotore capace di avviare una start-up d’impresa sociale che utilizzi il cibo (format esperenziali di piazza)  e l’arte (installazioni e laboratori di “arte del riuso”, “street art” e “digital-art”) come strumento di rigenerazione urbana e di animazione sociale.”

I beneficiari diretti del progetto attraverso un percorso formativo dedicato alla cucina e laboratori esperenziali dedicati all’arte, al teatro sociale ed ai nuovi media (come ad esempio la webradio e lo Storytelling) coinvolgeranno tutta la cittadinanza per far conoscere tutti quegli aspetti positivi del nostro territorio che troppo spesso vengono offuscati dai fatti di cronaca.

“A breve saranno calendarizzate altre iniziative”, conclude Ugliola, “ quali seminari con registi e scrittori, piccoli e grandi eventi, tutti realizzati dai nostri beneficiari del progetto, quindi rigorosamente MADE IN SAN SEVERO!” 



Info: madeinsansevero@gmail.com

 

a cura di Francesco D’Andrea – Team Made in San Severo

 

Potrebbero interessarti anche...