APRICENA – Uniti per cambiare. QUELLI DEL PD SONO ANCORA VIVI: HANNO PERSO LE ELEZIONI PER 3400 VOTI DI SCARTO E PARLANO (ANCORA) DI VOTI DI SCAMBIO

1.245 visualizzazioni

Riceviamo e pubblichiamo.
Credevamo vivamente che il pd di Apricena almeno questa volta tacesse sulla indagine che vede coinvolta una nostra assessora e alcuni funzionari. Ancora una volta ci siamo sbagliati. Nemmeno le figuracce fatte dopo le precedenti indagini, quando, convinti della caduta dell’Amministazione e certi delle nostre colpe, loro, che sono i giudici supremi, anche dopo le archiviazioni e le assoluzioni che hanno sempre seguito le indagini che ci vedono coinvolti, non hanno avuto il coraggio di chiedere scusa per la cattiveria e la malignità del loro linguaggio.
Mentre noi, come è nostro costume, non abbiamo proferito parola pubblicamente su indagini molto importanti che stanno coinvolgendo addirittura la presidenza della regione puglia (del pd) che domenica scorsa loro stessi hanno votato alle primarie (in pochissimi a dire la verità..). Il pd di Apricena, degli imputati Lacci e Terlizzi (chissà qualcuno lo avesse dimenticato) parla ancora. 
E parla omettendo di dire alla gente che questa indagine è partita da una lettera  evidentemente pensata e scritta da qualcuno dei loro. Ma la cosa più vergognosa è che, come sempre,  senza nemmeno aver letto uno straccio di carta, parlano di compravendita di voti. Loro, che con la compravendita hanno vinto, risicatamente, diverse elezioni, che sono esperti di brogli elettorali (nel 2012 il sindaco uscente del pd fu scoperto nell’ufficio elettorale con delle tessere elettorali di gente che viveva fuori Apricena da far votare), prassi sicuramente utilizzata per anni.
Come fate a parlare di compravendita di voti quando si perdono le elezioni di 3400 voti di scarto (5641 contro 2240), con divario percentuale del 43 % (71,52% contro il 28,48%)?
State dicendo che i cittadini di Apricena sono dei venduti. Dovreste vergognarvi!
Le indagini non ci hanno mai fatto, né ci faranno mai paura. E comunque le indagini ci sono e ci saranno sempre, ogni qual volta c’è una denuncia anonima, semianonima, o addirittura quando si accompagna personalmente in divisa il soggetto cui far esporre la falsa denuncia.  Basta non temerle quando si ha la coscienza a posto e si agisce onestamente e aspettare serenamente gli esiti delle indagini.
Siamo comunque già in trepida attesa per il vostro futuro comunicato per la prossima indagine. A proposito, visto che sapete tutto in anticipo, quale sarà ? 
Avete scocciato noi ma soprattutto la città e i cittadini.
Questo è il vostro modo di fare politica: un infinito e continuo agognare un potere politico che il popolo vi ha negato per le vostre cattiverie, mancanze, debiti e nefandezze del passato. La gente non è stupida. Gli apricenesi hanno capito bene chi siete.
SE PENSATE DI TORNARE AL POTERE COSÌ AVETE SBAGLIATO STRADA. STARETE ALL’OPPOSIZIONE PER TANTI ANNI e domenica scorsa alle primarie lo avete constatato. Pochi anni fa, alle vostre primarie votavano 2000 persone, oggi votano in 200. Chiedetevi il perché? 
Noi continuiamo senza sosta e senza paura a lavorare per la città. Voi continuate a scrivere lettere anonime e a nascondervi dietro il dito, quando si tratta di prendere posizione su questioni spinose che riguardano la legalità nella nostra città. Ma questa è un’altra storia. 
Alla prossima denuncia…
#poveroPD

Potrebbero interessarti anche...