SAN NICANDRO GARGANICO – I SANNICANDRESI RECLAMANO LA LEGA DI ANTONIO BERARDI – SENZA DI LUI NIENTE PIU’ LEGA IN PAESE!

1.974 visualizzazioni

SAN NICANDRO GARGANICO:

I SANNICANDRESI RECLAMANO LA LEGA DI ANTONIO BERARDI – SENZA DI LUI NIENTE PIU’ LEGA IN PAESE!

 

Senza di lui la Lega sannicandrese è una barchetta in mezzo al mare senza un timone e senza remi. I cittadini che hanno amato fin dall’inizio l’ex segretario leghista  reclamano ciò che è accaduto senza mezzi termini. Sui social ormai è un coro unico contro chi ha iniziato a remargli contro nella passata amministrazione e ora con la sua uscita come segretario cittadino e membro della segreteria provinciale.

La democrazia è la forma più alta e saggia di espressione e Berardi l’ha fatto sin da subito. Dire la sua in merito al partito gli è costata cara! “Basta voti a Foggiani, è ora di pensare alla nostra terra”! Se si è sentito abbandonato e trascurato aveva tutto il sacrosanto diritto di poterlo dire. Se ha visto un mancato interesse da chi doveva lavorare per tutelare la sua immagine e la sua posizione da segretario doveva dirlo! La museruola e la benda non sono ammesse in democrazia. 

Le segreteria locali vanno assistite e “sovvenzionate” anche con un solo bicchiere d’acqua! I partiti ricevono finanziamenti dallo Stato e oggi chi lavora sui territori sono coloro i quali meriterebbero molta più attenzione. Basta segreterie fantasma. Ebbene, alla luce di quanto apparso su dichiarazioni e comunicati possiamo asserire che nessuna parola, nessun concetto e nessun verbo riproduce la verità! Qualcuno all’indomani delle sue esternazioni ha espresso da subito che Berardi non doveva più far parte della Lega e ha aspettato che Berardi rassegnasse le dimissioni. (chat sempre disponibili di chi volesse visionarle). I giochetti erano fatti e possiamo tranquillamente dire che noi non facciamo parte della politica delle poltrone e degli inciuci. Berardi che si è opposto a tante nefandezze politiche locali oggi paga lo scotto di essere un uomo libero senza “padroni”. Chi vuole i voti deve entrare in punta di piedi e chiedere permesso.

Il popolo lo ha dichiarato pubblicamente. “Noi seguiremo Berardi ovunque” e se lui non fa parte più della Lega noi seguiremo il suo percorso perchè la Lega a San Nicandro Garganico era lui! Come dire, non ci riconosciamo in quello che sarà oggi un’altra segreteria locale e chi fino a ieri non sapeva nemmeno l’esistenza di quella sezione e di certi progetti volti a migliorare il paese. 

I cittadini che hanno votato e voluto Berardi  incalzano contro chi l’ha portato fuori dai giochi. Un perchè ci sarà. Impegno, costanza, concretezza e trasparenza. Gli inciuci non hanno mai fatto parte della sua vita. 

Cosa ne sarà oggi della Lega a San Nicandro Garganico? Questo lo vedremo alle prossime elezioni Regionali. Berardi disse NO a chi ha approfittato e voleva ancora una volta approfittare dei voti dei sannicandresi che lo stimano. I conti ora torneranno o non torneranno? E’ rivolta sui social e nei vari discorsi davanti ad un caffè. “Qui non voteremo Lega senza Berardi, anzi aspettiamo un suo cenno per seguirlo” ! Troppi tradimenti e troppa delusione. Certe segreterie vanno gestite senza personalismi e senza invidia! San Nicandro Garganico dava fastidio a qualcuno. Era troppo forte questa segreteria. Quindi i vertici nazionali capiranno che la Lega si sta sgretolando per colpa di incapacità organizzative e di valutazione? Intanto la gente dice NO  alla Lega in mano a chi non ha mai fatto una giornata di incontri e di partecipazione nel partito, NO a chi viene solo per “sfottere” i cittadini in occasione di elezioni. I voti vanno sudati e guadagnati. I cittadini devono votare per fiducia di un loro rappresentante locale e di chi è sempre presente sul territorio! 

Berardi Antonio oggi è colui il quale ha subito da  una cattiva politica affaristica e personalistica. Le sue dimissioni sono il risultato di una sua delusione in un partito che aveva cresciuto come un bambino nei suoi primi passi. Giovani e meno giovani tutti al suo seguito per migliorare il paese.  La Lega che si era presentata come l’innovazione e il progresso politico oggi per mano di gente senza pudore e dignità non da più quella fiducia e stabilità. Chi si presta a giochini mediatici ha vita breve in un contesto politico sempre più sterile. Berardi continuerà a seguire i suoi elettori e tutto ciò che aveva progettato per il suo paese. Non sarà questa scelta a fermarlo, anzi, rafforzerà il gruppo e dimostrerà chi dava i voti ai “cercatori dell’ultima ora”. Il territorio sarà al centro di un sano progetto politico aperto a tutti. Niente inciuci e niente ricatti. Al primo posto sempre e solo i cittadini sannicandresi e mai più stranieri venuti da lontano per prendere e non farsi più vedere.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento