FOGGIA – LA SCOMPARSA DI LINO DE LEO: CI LASCIA UN PEZZO DI STORIA DEL BASKET DI CAPITANATA

2.223 visualizzazioni

DI MICHELE PRINCIGALLO

 

Ci ha lasciati MICHELE LINO DE LEO, amico, dirigente o come lo chiamavano in tanti ZIO, NONNO, insomma una delle persone più amate del mondo del basket della provincia di Foggia.

Raccontare Lino, tratteggiarne la figura, far rivivere il suo ricordo non è affatto semplice. Troppo intenso il legame, tropo forte il rapporto, nella vita e nella pallacanestro, frutto di almeno 30 anni trascorsi a braccetto. Lui dirigente della Libertas Russo Foggia, io delle varie squadre di San Severo, insieme in Federazione, decine di momenti fuori dal basket, a cominciare dalla litografia copisteria negli anni ottanta, poi le tavolate, tante, con Lino dell’Aquila e tanti altri amici.

Lino de Leo è un pezzo di storia della nostra pallacanestro. Lo diciamo a voce alta per i più giovani. Un pezzo importante, un segmento enorme di passione, impegno, competenza, amore per questo sport che ci ha stregati. E se ci ha rapiti in questo modo, tanto lo dobbiamo proprio a Lino. Era sempre lì, in palestra, per noi personaggio irrinunciabile da sentire e incontrare quando gli impegni cestistici ci portavano nel capoluogo di provincia. Erano gli anni ottanta, poi i novanta, quindi il nuovo millennio. Lino è stato sempre lì, in palestra. E ha fatto innamorare di questo sport centinaia di ragazzi, oggi adulti, che lo hanno amato e lo ricordano con tanto affetto. E’ stato a lungo componente del consiglio provinciale della Federbasket, poi consigliere regionale della Federazione per 5 anni e sono stato onorato di seguirlo in questo incarico a Bari per il lustro successivo.

Alla Libertas Russo Foggia ha dedicato il suo tempo libero, i suoi sacrifici, ma ha anche ricevuto tante gioie, soddisfazioni. Era felice quando un suo giocatore vinceva anche con altre maglie, ricordava tutto di questo o quel giocatore. DIRIGENTE COME POCHI, esempio da seguire.

Ha tracciato un lungo prestigioso percorso cestistico cominciato negli anni settanta e che la vita ha interrotto oggi. Ciao Lino, Riposa in Pace. Ci (mi) mancherai.

 

Potrebbero interessarti anche...