CALCIO SERIE C – FOGGIA, CHE BRUSCO RISVEGLIO… LA TURRIS VINCE ALLO ZACCHERIA

531 visualizzazioni

Di LINO MONGIELLO

Foggia, 11 settembre 2021. Con un gol per tempo la Turris s’impone allo Zaccheria e frena la corsa del Foggia che, probabilmente, ha sottovalutato gli avversari. Eppure Mister Zeman aveva previsto le difficoltà che i suoi ragazzi avrebbero incontrato. In effetti l’organizzata compagine guidata da Mister Caneo ha dimostrato di essere un buon gruppo ed ha mandato in confusione gli avversari. Soprattutto nel primo tempo, gli ospiti hanno dominato la scena arrivando sempre primi sulla palla e con le giocate di prima hanno eluso il lavoro dei centrocampisti in maglia rossonera che spesso si sono trovati in inferiorità numerica. Conseguentemente ne ha sofferto la difesa che spesso s’è fatta sorprendere per vie centrali e, per fortuna, i primi 45’ si sono chiusi soltanto sullo 0-1. La Turris ha infatti pigiato sull’acceleratore sin dal fischio d’inizio del Sig. Delrio. Santaniello (1’ e 13’) ha costretto Alastri a rendersi protagonista. Il Foggia ha tentato di tener botta con Curcio (23’), liberato in area da Merkaj, poco incisivo nella conclusione. Poi lo stesso Merkaj (25’) ha avuto l’occasione del vantaggio ma ha sprecato tutto spedendo la sfera in curva sud. E’ stato l’ultimo sussulto rossonero della prima frazione. La Turris è salita di tono e con un’autorevolezza impressionante ha sfiorato più volte il vantaggio. Leonetti (33’) ed Esempio (35’) di testa hanno mancato il bersaglio. E ancora una prodezza di Alastra su Giannone (36’) ha evitato lo 0-1. Che però è arrivato puntuale al 42’ con un preciso diagonale di Tascone che ha trafitto Alastri con la difesa rossonera mal posizionata. Col meritato vantaggio ospite e senza recupero si rientrava negli spogliatoi. Nella ripresa Zeman ha “corretto” l’assetto della sua squadra. Entrano Di Grazia (1’) oltre a Petermann e Maselli (7’) al posto di Merola, Maselli e Rocca. Il Foggia adesso spinge con convinzione e, probabilmente, gli ospiti rifiatano un po’. L’1-1 è mancato d’un soffio da Ballarini (10’) e Markic (12’). Poi l’ultima possibilità è incredibilmente fallita da Di Grazia (14’) e Curcio non ci arriva sul diagonale che termina di poco lontano dal palo. Nel momento migliore dei rossoneri però arriva l’inaspettato raddoppio ospite. La difesa si fa sorprendere e Santaniello (16’), dopo un primo tentativo sventato da Alastra, non sbaglia al secondo. Sullo 0-2 la gara è praticamente chiusa. Il Foggia, con la forza della disperazione le prova tutte per tentare di riaprire le sorti del match ma è tutto inutile. I tre punti, meritati, li prende la Turris. Il Foggia, invece, dovrà crescere. Il cantiere di Mastro Zeman è ancora in fase di lavorazione e uno stop è preventivabile.

Foggia (4-3-3): Alastra 6; Martino 5.5, Markic 5.5, Sciacca 5.5, Nicoletti 6; Rocca 5.5 (7’ st Ballarini 6), Gallo 5.5 (38’ st Rizzo Pinna sv), Maselli 6 (7’ st Petermann 6); Merola 5 (1’ st Di Grazia 6), Merkaj 5.5, Curcio 5.5. A disposizione: Volpe, Garattoni, Di Pasquale, Vigolo, Girasole, Garofalo, Di Jenno, Tuzzo. Allenatore: Zeman 5.5.
Turris (3-4-3): Perina 6.5; Manzi 6, Lorenzini 6, Esempio 6; Ghislandi 6.5, Tascone 7, Bordo 6.5, Varutti 6 (25’ st Nunziante 6); Giannone 6.5 (38’ st Longo sv), Santaniello 7 (34’ st Sartore sv), Leonetti 6 (34’ st Di Nunzio sv). A disposizione: Abagnale, Colantuono, Finardi, Palmucci, Zanoni, D’Oriano, Giofrè, Iglio. Allenatore: Caneo 7.
Arbitro: Delrio di Reggio Emilia 6.
Marcatori: 42’ pt Tascone, 17’ st Santaniello.
Note: serata gradevole, terreno in buone condizioni. Spettatori 3.500. Ammoniti: Curcio, Manzi, Santaniello, Lorenzini. Angoli: 6-6. Recupero: 0′, 6′.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento