BASKET – SERIE A2 – Nel costante equilibrio la spunta Chiusi. Un peccato per una bella Cestistica San Severo

384 visualizzazioni

Nel costante equilibrio la spunta Chiusi. Un peccato per una bella Cestistica

Uno svantaggio ampio, forse troppo, quello che il match ha raccontato. Dalla trasferta in toscana, l’Allianz Pazienza ritorna senza bottino pieno ed è Chiusi ad aggiudicarsi la seconda giornata di campionato per: 84 – 71. La gara ha viaggiato sui binari dell’equilibrio per quasi tutto l’arco dei 40’, destinata a prendere una direzione solo nei minuti finali. A testimoniare i tratti bilanciati della sfida è stato il continuo botta e risposta generato dalle due squadre in campo che sin dalle prime battute non hanno lesinato in energia e sforzo corale, salvo purtroppo un finale di partita che ha visto protagonisti i padroni di casa guidati da coach Giovanni Bassi più lucidi e cinici, in grado di azzannare il match e farlo suo, soprattutto con gli incontenibili americani Medford (17) e Wilson (32). A questi numeri assolutamente fuori dall’ordinario, soprattutto del secondo, l’Allianz ha risposto e non si è mai arresa; l’ha fatto con l’atteggiamento giusto e canestri di qualità. Peccato solo per le percentuali pessime dalla lunetta, per qualche rimbalzo non preso che è costato punti subiti nel finale di terzo quarto e per alcune palle perse con troppa superficialità. Le note positive arrivano altresì dai tre giocatori a chiudere in doppia cifra: in testa guida l’ottima prova di Lorenzo Tortù con 21 punti messi a segno, seguito dai 18 di Ty Sabin e dagli 10 di DeShields.
 
Per gli uomini di coach Bechi è la seconda sconfitta consecutiva, anche se doverosa è la precisazione di aver giocato in trasferta – così come accadrà la prossima settimana a Fabriano – contro un roster sulle ali dell’entusiasmo per l’inizio da applausi e la prima partita, seppur giocata in casa contro Scafati ritenuta la concorrente numero uno per il salto di categoria. Tutto, quindi, è parte del percorso di crescita di questi ragazzi anche, ahinoi, una sconfitta.
 
LA GARA – Coach Giovanni Bassi conferma Musso, Medford, Pollone, Wilson e Ancellotti mentre coach Luca Bechi finalmente può schierare dal primo minuto i due americani contemporaneamente: Deshields, Sabin, Piccoli, Serpili e Moretti. Primi due minuti non brillantissimi, tuttavia la partita diventa vivace con le due squadre brave a macinare azioni e competere punto a punto. Leggermente meglio la partenza di San Severo con la bella tripla di Michele Serpilli servito da Samuele Moretti lesto nel recuperare un rimbalzo importante nell’azione precedente dell’Umana. Successivamente è Chiusi a prendersi la scena grazie alle realizzazioni degli americani e la bomba di Musso per poi ancora l’Allianz che si rivede con Deshields e le due realizzazioni da lontanissimo di Lorenzo Tortù. Il finale di quarto: 20 – 19. Chiusi si affida solo ed unicamente alle mani di Wilson già 10 punti per lui, mentre la prova della Cestistica è più corale. Nel secondo quarto, l’analisi che spicca per i gialloneri è la seguente: Tortù è assolutamente sul pezzo con una prestazione convincente mentre la nota dolente per coach Bechi è, stranamente, Ty Sabin fin qui marcato a uomo e non ancora entrato nel vivo delle azioni. Dall’altra parte, i biancorossi restano comunque in vantaggio sebbene manchi ancora la sterzata decisiva per allontanarsi della Cestistica che rimane assolutamente in scia con le ‘bombe’ del baby Bertini, Piccoli e la prima – finalmente – di Sabin. Proprio gli ultimi tre punti sono arrivati dopo un recupero di palla clamoroso ad opera del capitano giallonero, a dimostrazione di quanto tutti gli uomini sanseveresi abbiano la determinazione giusta per provare a vincere la gara. Il secondo quarto, come la prima frazione, si conclude con due realizzazioni da entrambi i roster in pochissimi secondi: 36 – 34. Si ritorna sul parquet ed è un’Allianz bellissima viste le due realizzazioni da più di otto metri di Ty Sabin e Serpilli che certificano il vantaggio giallonero: 39 – 40 per poi però perdere i duelli individuali sotto canestro che avvantaggiano Ancellotti e Pollone e riportano Chiusi in vantaggio ed il conseguente time-out di Bechi. Il match continua ad essere un sali e scendi di emozioni e nel costante equilibrio (ricco di errori dalla linea della carità) è sempre l’Umana a prevalere, ancora una volta sotto canestro recuperando rimbalzi fondamentali: 62 – 53. Wilson, in apertura dell’ultimo quarto, è a quota 29 punti, una delle migliori prestazioni della sua carriera. Se ai numeri assolutamente fuori dall’ordinario si unisce la prestazione dell’altro americano Medford e di Fratto, per San Severo tutto diventa oggettivamente complicato anche se la squadra di Bechi continua a non arrendersi e si aggrappa al suo di americano, Ty Sabin. In difesa, però, Moretti soffre i centimetri dei pivot avversari e l’Umana segna punti facili facili utilissimi soprattutto sul -5’ da giocare. Ora la gara è avvincente: Piccoli riporta i suoi a soli cinque lunghezze di svantaggio, Criconia non ci sta e segna da sotto, ancora una volta Sabin da tre per il -6 e poi sempre Criconia da lontanissimo ed infine il fallo più canestro su Medford che, forse, sanciscono la fine del match. La certezza arriva con la sirena finale: 84 – 71.
 
PROSSIMO APPUNTAMENTO – Per l’Allianz altra trasferta insidiosa al “Pala Baldinelli” di Osimo, domenica 17 alle ore 18, contro la Ristopro Fabriano guidata da coach Lorenzo Pansa.
 
IL TABELLINO – Umana Chiusi – Allianz Pazienza San Severo 84-71 (20-19, 16-15, 26-19, 22-18)
 
Umana Chiusi: Jeremiah Wilson 32 (12/14, 2/3), Lester Medford 17 (4/12, 1/2), Francesco Fratto 11 (5/6, 0/3), Luca Pollone 6 (2/3, 0/4), Bernardo Musso 6 (0/2, 2/3), Martino Criconia 5 (1/2, 1/2), Andrea Ancellotti 4 (2/3, 0/0), Lorenzo Raffaelli 3 (1/2, 0/1), Nicola Mei 0 (0/0, 0/1), Leonardo Biancotto 0 (0/0, 0/1), Luca Possamai 0 (0/0, 0/0)
 
Tiri liberi: 12 / 24 – Rimbalzi: 35 10 + 25 (Jeremiah Wilson 12) – Assist: 13 (Lester Medford 5)
 
Allianz Pazienza San Severo: Lorenzo Tortu 21 (5/10, 2/4), Ty Sabin 18 (0/5, 5/13), Keron Deshields 10 (5/10, 0/1), Matteo Piccoli 6 (1/3, 1/1), Michele Serpilli 6 (0/3, 2/5), Samuele Moretti 5 (2/4, 0/0), Alessandro Bertini 3 (0/1, 1/1), Antonino Sabatino 2 (1/1, 0/0), Gabriele Berra 0 (0/0, 0/1), Tommaso De gregori 0 (0/1, 0/0), Goce Petrushevski 0 (0/0, 0/0), Matteo Chiapparini 0 (0/0, 0/0)
 
Tiri liberi: 10 / 18 – Rimbalzi: 34 13 + 21 (Lorenzo Tortu 9) – Assist: 11 (Lorenzo Tortu 4)
 
Foto: Cesare di Sanno 
 
Ciro Mancino
Ufficio Stampa Cestistica Città di San Severo

Potrebbero interessarti anche...