CERIGNOLA. RECUPERATA DROGA IN COMBUSTIONE. I CARABINIERI HANNO TRATTO IN ARRESTO UN 23ENNE CHE TENTAVA DI DISFARSI DELLO STUPEFACENTE GETTANDOLO IN UNA STUFA A LEGNA

1.224 visualizzazioni

Nei giorni scorsi i Carabinieri della Sezione Radiomobile della Compagnia di Cerignola hanno tratto in arresto un ragazzo 23enne per detenzione ai fini di spaccio recuperando circa 23 gr di droga complessiva nel mentre era in combustione.

I Carabinieri, nel corso di mirati servizi finalizzati al contrasto dei reati in materia di sostanza stupefacenti, stavano percorrendo le vie cittadine quando improvvisamente notavano nei pressi di un’abitazione un giovane che alla loro vista si allontanava velocemente. Fermatolo lo identificavano in un soggetto ben noto per i suoi precedenti in materia di spaccio. Contemporaneamente il portone dell’abitazione, nei cui pressi era stato notato, veniva repentinamente chiuso dall’interno. A quel punto iniziavano a bussare e cercavano di farsi aprire. L’occupante si arrendeva e consentiva l’accesso solo al sopraggiungere di una seconda pattuglia intervenuta di rinforzo . Avuto ingresso all’immobile, i Carabinieri potevano constatare la presenza di un forte odore di plastica e sostanza stupefacente combusta e una fitta nube di fumo. Diminuita la nube di fumo, i Carabinieri si accorgevano che vi era una stufa a legna accesa dalla quale proveniva il fumo maleodorante e, che vi era ancora della sostanza che non era andata distrutta. Immediatamente la recuperavano e si accorgevano che si trattava di hashish, marijuana e cocaina già confezionati. A quel punto gli operanti hanno proceduto ad immediata perquisizione personale e domiciliare, rinvenendo bilancino di precisione, materiale per il confezionamento consistente in bustine di cellophane trasparenti  con chiusura ermetica, nonché la somma contante di euro 215 considerata provento di spaccio. I Carabinieri a quel punto conducevano il soggetto in caserma e, data la flagranza, veniva dichiarato in stato d’arresto. Stando al quadro probatorio, pienamente condiviso dall’A.G. competente, l’arresto in flagranza del predetto è stato convalidato. La misura cautelare applicata: quella dell’obbligo di presentazione quotidiano alla Polizia Giudiziaria.

Potrebbero interessarti anche...