BASKET – SERIE A2 – Piegata anche Fabriano, l’Allianz Pazienza inizia il girone di ritorno con un successo!

522 visualizzazioni
Le “carte” in regola per aggiudicarsi le partite l’Allianz Pazienza le ha sempre avute e le conferme continuano a palesarsi: la Cestistica ‘piega’ i cartai di Fabriano 98 – 84. La squadra giallonera supera anche l’ostacolo Ristopro vincendo (e convincendo) una gara che dimostra, ancora una volta, come la strada imboccata per il girone di ritorno dal team guidato di Luca Bechi sia proprio quella giusta. La quarta vittoria consecutiva tra le sue mura (a dimostrazione di quanto il “Falcone e Borsellino” sia davvero il fortino dei Neri), il successo odierno matura lentamente dopo due frazioni abbastanza equilibrate tra alti e bassi da entrambi i lati, il tempo poi per l’Allianz di ingranare le marce e mettere ko il suo avversario. Ciò che preme sottolineare è la fiducia con cui i gialloneri giocano la propria pallacanestro; una fiducia incarnata dai quattro uomini in doppia cifra Sabin (36 punti a referto) Serpilli, Tortù e Sabatino ma più in generale, da una prestazione corale sopra le righe che rappresenta il viatico migliore per il prosieguo di un campionato e per puntare, nel più breve tempo possibile, alla salvezza.

Il campionato della Cestistica, è bene ricordarlo, non finisce di certo oggi. I due punti messi in cascina contro i marchigiani – che oggi hanno dimostrato di non valere l’ultima posizione in classifica – restano importanti per giungere ad un traguardo da costruire partita dopo partita, settimana dopo settimana, in un contesto sereno (al netto dell’attutale quarto posto) ma guardingo nel tenere i piedi ben piantanti per terra. La conferma arriva direttamente dal Vice Presidente Paolo dell’Erba:

“Dopo aver giocato un sontuoso girone d’andata e sfiorato il sogno Coppa Italia, riprendiamo al meglio il nostro percorso: con una vittoria. Quando assisto alle partite della nostra amata Cestistica, indipendentemente dal risultato che comunque ha la sua importanza, noto una squadra che lotta su ogni pallone, ragazzi che corrono con continuità. Non è facile farlo per 40’ e ciò denota il prezioso lavoro dello staff tecnico/tattico. Andiamo avanti così, con la convinzione di poter dar fastidio a chiunque! Tuttavia mai abbassare la guardia, sarebbe un errore gravissimo. C’è ancora tanto da fare, da ottenere!”

GARA – Scenderanno in campo rispettivamente per San Severo: Sabatino, Sabin, Piccoli, Tortù e Moretti mentre per la Ristopro: Smith, Santiangeli, Re, Benetti e Thioune. Parte sicuramente meglio la Ristopro dopo la tripla inaugurale di Santiangeli, mentre l’Allianz trova spesso le conclusioni ma si stampano sul primo ferro. Gli ospiti, a differenza di Sabin e compagni, sono precisi da ogni parte del parquet e provano ad aumentare il distacco nonostante nella seconda parte la Cestistica dosa bene le energie, riesce a bloccare le restanti azioni dei biancoblu e a segnare con maggiore continuità fino al 22 – 22 del primo quarto. L’inizio della seconda frazione rispecchia l’aperura di gara: tre ‘bombe’ di Santiangeli e il tapin di Marulli con Fabriano prepotentemente in avanti: 24 – 33. Dopo un parziale di 2 – 11 per i marchigiani, coach Luca Bechi chiama all’ordine i suoi; c’è da indirizzare sui binari giusti una partita che, sino a questo momento, è nelle mani avversarie. Successivamente alle parole dell’allenatore sanseverese, arrivano 19 punti realizzati e 15 subiti. Non di certo un’Allianz Pazienza ancora in palla, anche perché la Janus ha tutt’altro che un atteggiamento remissivo. Si va al riposo sul: 43 – 48. Alzare il ritmo. La Cestistica deve avere il seguente obiettivo per portarsi a casa due punti importantissimi, attraverso non solo giocate di qualità, ma anche e soprattutto con una difesa cinica e con lucidità. Per tali ragioni, Moretti e company mettono il piede sull’acceleratore fino al 54 – 54 e la conseguente sospensione chiesta da coach Lorenzo Pansa. Gli effetti, però, non sono quelli sperati ed ora a fare la voce grossa, trascinata anche da un superbo Michele Serpilli e un sempre presente Sabin, è San Severo. Terzo parziale di serata: 72 – 63. Se nel primo tempo la formazione marchigiana era meritatamente in vantaggio con ottime conclusioni, ora, il trend si è completamente invertito; è l’Allianz ad accerchiare il suo avversario che, tuttavia, anziché abbattersi contrattacca e costringe Bechi a chiamare il timeout sul punteggio di 80 – 76 diventando immediatamente 88 – 76. Dopo 37’, Fabriano accusa il colpo e cede. Onore agli avversari, ma vince l’Allianz Pazienza: 98 – 84.

PROSSIMO APPUNTAMENTO – Altro scontro salvezza per l’Allianz Pazienza. Domenica 30 gennaio si va a Frosinone contro la Stella Azzurra di coach Germano D’Arcangeli, con il consueto salto a due alle ore 18.

IL TABELLINO – Allianz Pazienza San Severo – Ristopro Fabriano 98-84 (22-22, 21-26, 29-15, 26-21)
 
Allianz Pazienza San Severo: Ty Sabin 36 (5/8, 6/13), Michele Serpilli 18 (5/7, 2/2), Lorenzo Tortu 13 (6/8, 0/1), Antonino Sabatino 11 (3/5, 1/3), Matteo Piccoli 9 (1/3, 2/3), Dalton Pepper 5 (1/4, 1/5), Samuele Moretti 4 (1/5, 0/0), Gabriele Berra 2 (0/0, 0/0), Goce Petrushevski 0 (0/0, 0/0), Tommaso De gregori 0 (0/2, 0/0), Matteo Chiapparini 0 (0/0, 0/0), Alessandro Bertini 0 (0/0, 0/0)
 
Tiri liberi: 18 / 23 – Rimbalzi: 35 12 + 23 (Samuele Moretti 7) – Assist: 23 (Dalton Pepper, Samuele Moretti 5) Ristopro Fabriano: Arik Smith 26 (3/6, 5/9), Roberto Marulli 20 (5/7, 2/5), Marco Santiangeli 19 (3/7, 3/6), Gabriele Benetti 9 (2/4, 1/1), Elhadji Thioune 4 (2/5, 0/0), Ferdinando Matrone 4 (1/4, 0/0), Gianmarco Gulini 2 (1/2, 0/0), Alessio Re 0 (0/0, 0/2), Daniel Onesta 0 (0/0, 0/0), Marco Caloia 0 (0/0, 0/0)
 
Tiri liberi: 17 / 20 – Rimbalzi: 26 7 + 19 (Marco Santiangeli 7) – Assist: 8 (Roberto Marulli 3)
 
FOTO: Antonio Giammetta 
 
Ciro Mancino
Ufficio Stampa Cestistica Città di San Severo

Potrebbero interessarti anche...