CALCIO SERIE C – Male il Foggia, il Latina passeggia allo Zaccheria

981 visualizzazioni

Di Lino Mongiello

Foggia, 23 gennaio 2021. Si torna al calcio giocato allo Zaccheria e il Foggia incappa in una pesante sconfitta. Il Latina non aveva mai vinto prima sul terreno di gioco foggiano e lo fa con una prova convincente. Il risultato finale (1-3) se vogliamo dirla tutta non rende nemmeno pieno merito alla squadra pontina che ha dominato in lungo e in largo. A compromettere la giornata storta non sono bastate le numerose assenze per squalifica, infortuni e covid. Alcune decisioni tattiche di Mister Zeman non hanno affatto convinto e la squadra è risultata in balìa degli avversari. Alcuni giocatori, tra cui Rocca a fungere da esterno basso, mentre in panchina erano relegati Martino e il neo arrivato Rizzo. Tutto questo ha facilitato il compito degli ospiti, apparsi sin dalle prime battute ben messi in campo e mostrando una buona difesa ed un centrocampo aggressivo e propositivo nel servire i due attaccanti, Sane e Jefferson. La prima frazione è stata un incubo per i rossoneri. E’ vero, la prima azione da gol, capitata a Rizzo Pinna (11’) tanto bravo nel partire dal centrocampo e nello scambiare con Curcio ma altrettanto poco incisivo nella battuta a rete. L’unica vera palla gol costruita nel corso dei primi 45’. Poi è salita in cattedra il Latina che ha mostrato un bel gioco e creando non pochi grattacapi alla difesa orfana di Sciacca. Quindi Nicolao (14’) sfruttando una corta respinta ha spedito la palla in fondo al sacco. Il Foggia ha provato a reagire ma quasi sempre in modo confuso, lento ed impacciato. Il Latina, invece, con azioni veloci di ripartenza, ha creato tanto gioco e occasioni da rete a ripetizione, sventati da Alastra. Nulla però ha potuto sul calcio di punizione appena fuori dall’area di Esposito (40’) bravo nell’indirizzare la palla quasi all’incrocio dei pali. Si è andati negli spogliatoi sperando in qualche cambiamento a rettifica delle tante incongruenze evidenziate nel corso dei primi 45’. Ma così non è stato. Lo schieramento rossonero è rimasto immutato. Il Latina, sulle ali dell’entusiasmo ha mancato il tris  con Ercolano (5’). Ma ci ha pensato poco dopo Sane (10’) a mettere a segno lo 0-3 con una felice intuizione. Sotto di tre reti la gara si poteva dire ormai chiusa, col Latina che ha proseguito il suo show senza trovare le giuste contromisure. In modo confuso ma con la forza della disperazione capitan Curcio (15’), dagli undici metri, ha ridotto le distanze ma non ha illuso più di tanto gli oltre 4.000 presenti. Dopo 24’ il tecnico boemo si è ricordato di aver qualche uomo in panchina e ne ha cambiati tre. A livello tattico la squadra è apparsa meglio sistemata ma ormai la frittata era fatta. Con i giochi delineati sospinto dal pubblico i ragazzi hanno provato a compiere l’impresa. Nonostante la gran voglia è stata evidenziata la buona predisposizione di Vitali messosi in evidenza con buone giocate. E, in una giornata da dimenticare, l’ultima “perla” è l’esonero di Peppino Pavone. La notizia più brutta che potrebbe pregiudicare da qui in avanti il campionato dei rossoneri.

FOGGIA-LATINA 1-3

FOGGIA (4-3-3): Alastra 5.5; Rocca 6, Girasole 5.5, Di Pasquale 5.5, Nicoletti 5.5; Garofalo 5 (24’ st Vitali 6), Gallo 5.5, Rizzo Pinna 5 (24’ st , Rizzo 6); Tuzzo 5.5 (24’ st Merola 6), Ferrante 6, Curcio 6.

In panchina: Provitolo, Markic, Di Jenno, Martino, Di Grazia.

Allenatore: Zeman 5.

LATINA  (3-1-4-2): Cardinali 6; Carissoni 6, Esposito 6.5, Giorgini 6; Barberini 7; Ercolano 7 (38’ st Atiagli sv), Di Livio 6.5, Tessiore 7, Nicolao 6.5 (31’ st De Santis 6); Jefferson  6 (25’ st  Rossi 6), Sane 6.5.

In panchina: Tonti, Celli, D’Aloia.

Allenatore: Di Donato 6.5.

ARBITRO: Zamagni di Cesena 6.

RETI: 14’pt Nicolao, 40’ Esposito, 10’ st Sane, 15’ Curcio (rig.). 

NOTE: serata fredda, terreno in discrete condizioni. Spettatori 4.000 circa. Ammoniti:  Di Pasquale, Tessiore, Jefferson, Alastra, Barberini, Rocca, Giorgini. Angoli: 6-6. Recupero: 2’, 5′.

Potrebbero interessarti anche...