CALCIO – SERIE C – IL FOGGIA FATICA, SOLO UN PUNTO CON LA FIDELIS ANDRIA

567 visualizzazioni

DI LINO MONGIELLO

Foggia, 6 febbraio 2022. Dopo tre ko di fila il Foggia era atteso allo Zaccheria alla prova derby con l’Andria, finito in parità (1-1). Non è andata proprio come voleva Mister Zeman ma soprattutto i tifosi dopo le contestazioni post-Potenza e l’incontro chiarificatore con squadra e tecnico di sabato mattina. Sicuramente nelle ultime gare il Foggia ha pagato e sta pagando ancora a caro prezzo le numerose defezioni tra infortuni, covid e squalifiche. La rinuncia forzata a diversi degli elementi cardine  della squadra creerebbe problemi a qualsiasi allenatore. Non è facile scendere in campo sapendo di “regalare” agli avversari assenze del calibro di Sciacca, Di Pasquale, Garattoni e Nicoletti in difesa, Petermann a centrocampo e Ferrante in attacco e utilizzare  calciatori arrivati da pochi giorni in un contesto completamente nuovo rispetto alle precedenti realtà. Tutte queste problematiche hanno certamente influenzato negativamente il gioco e i risultati di una compagine che pur senza brillare aveva acquisito una compattezza di squadra. Il pari  con l’Andria, sia pur al termine di una gara brutta e in salita, dove capitan Rocca e compagni non hanno mai luccicato, dovrebbe quantomeno far riprendere fiducia nei propri mezzi. A cominciare dalla prossima trasferta di Messina, considerando il recupero di alcune pedine importanti. Intanto Zeman ha ritrovato Petermann dopo le tre giornate di squalifica mentre Ferrante è relegato inizialmente in panchina. Di fronte c’è l’Andria con seri problemi di classifica,  salito allo Zaccheria col chiaro intento di portar via almeno un punto. La compagine federiciana è molto guardinga e si assesta subito a protezione della porta difesa da Saracco. Il Foggia prova a far breccia nel fortino andriese senza fortuna. I tanti cross al centro dell’area andriese sono facili preda dei difensori ospiti. L’attacco rossonero è “leggerino” e non vede quasi mai i palloni alti.  La prima frazione è proprio brutta e noiosa. Il gioco è spezzettato da tante, troppe interruzioni, con l’Andria a fraseggiare all’indietro e a rallentare il ritmo. Prova anche a far male la squadra ospite ma  Bubas (25’) non approfitta del “liscio” di Martino e calcia male non inquadrando la porta difesa da Alastra. E il Foggia ? Non pervenuto.  Ci prova un paio di volte a colpire gli avversari ma spara … a salve. Vitali (32’) calcia tra le braccia di Saracco. E Turchetta (35’) non inquadra la porta sull’assist non voluto di Petermann. Si rientra negli spogliatoi con qualche timido fischio di disapprovazione. Quando si riprende a giocare c’è Garofalo al posto di Di Paolantonio. Ma del Foggia non vi è ancora traccia. L’Andria fiuta il momento buono per approfittare e Carullo (2’) colpisce l’esterno della rete. Poi Martino esegue la “genialata” quotidiana e regala un corner. Dalla battuta sbuca Bonavolontà (8’) e di testa infila in rete. Sotto di un gol, con la squadra in netta difficoltà e col pubblico al limite della pazienza, Zeman (12’) inserisce Curcio, Ferrante e Nicolao. Passa qualche minuto e il Foggia pareggia grazie ad un’azione combinata proprio di due neo entrati. Nicolao s’invola sulla sinistra e crossa al centro dove c’è Ferrante (17’) pronto ad insaccare in rete. Finalmente s’infiamma Zaccheria e prova a spingere la squadra verso la vittoria. Ma  Ferrante (34’) manca il bis non sfruttando il servizio di Curcio. Poi è Saracco (44’) ad evitare la beffa, opponendosi all’insidioso tiro cross di Garofalo. Finisce 1-1 a confermare lo smarrimento di gioco e risultati, sperando che il recupero di ulteriori giocatori possa aiutare a riprendere quota.

FOGGIA-ANDRIA 1-1

FOGGIA (4-3-3): Alastra 6; Martino 5, Girasole 6, Buschiazzo 6, Rizzo 5 (12’ st Nicolao 6); Di Paolantonio 5.5 (1’ st Garofalo 6), Petermann 6 (46’ st Maselli sv), Rocca 6; Vitali 5 (12’ st Curcio 6), Merola 6, Turchetta 5 (12’ st Ferrante 7).

In panchina: Volpe, Gallo, Rizzo Pinna, Tuzzo.

Allenatore: Zeman 6.

  1. ANDRIA (4-3-3): Saracco 6; Benvenga sv (21’ pt Legittimo 6), Alcibiade 5.5, Riggio 5.5, Carullo 6 (31’ st Monterisi 6); Casoli 6, Bonavolontà 6.5 (31’ st Urso 6), Risolo 6; Gaeta 5.5 (31’ st Ciotti 6), Sorrentino 6 (20’ st Di Piazza 5.5), Bubas 6.

In panchina: Vandelli, Paparesta, Messina, De Marino, Tulli, Bortoletti.

Allenatori: Di Leo-Di Bari 6.

ARBITRO: Tremolada di Monza 6.

RETI:  8’ st Bonavolontà, 17’ Ferrante. 

NOTE: serata gradevole, terreno in buone condizioni. Spettatori 3.000 circa.  Ammoniti: Petermann, Gaeta, Riggio, Martino, Buschiazzo. Angoli: 4-3 per il  Foggia. Recupero: 2’, 4’.

Potrebbero interessarti anche...